TiPress
ULTIME NOTIZIE Attualità
Cronaca
02.06.2020 - 09:120

"Una seconda ondata è ipotizzabile se smettiamo di essere attenti"

Il Direttore sanitario della Clinica Moncucco: "Riabbracciamoci, ma con cautela. La mascherina è consigliata anche con amici e famigliari"

LUGANO – Christian Garzoni, Direttore sanitario della Clinica Moncucco, lo ripete da tempo. L’invito è sempre lo stesso: “indossate la mascherina” per contrastare la diffusione del virus. Intervenuto a TeleTicino, Garzoni ha spiegato che “è una misura che costa poco e che protegge me e le persone a me vicine. Spero che la popolazione ascolti l’appello dei medici e metta la mascherina quando non si riesce a mantenere le distanze”.

I dati degli ultimi giorno sono incoraggianti. È da una settimana, infatti, che non si registrano decessi in Ticino. Ma – ribadisce Garzoni all’emittente di Melide– “abbassare la guardia è sbagliato. Nessuno, oggi, è in grado di prevedere cosa farà il virus a medio o lungo termine. Il virus è presente. Circola meno rispetto a qualche mese fa, ma è presente. Non sappiamo se c’è una stagionalità. La seconda ondata? Ipotizzabile se smettiamo di essere attenti”.

E ancora: “Gli assembramenti mi fanno paura. Il mio invito è quello di utilizzare mascherine e rispettare le distanze anche con amici e famigliari. Riabbracciamoci, ma con cautela. Teniamo alto il rispetto per il virus”.

 

Potrebbe interessarti anche
© 2021 , All rights reserved