Cronaca
25.09.2020 - 18:230
Aggiornamento : 26.09.2020 - 17:11

Alla sbarra il primo agente pizzicato da "Via Sicura"oltre il limite di velocità in servizio

L'uomo pensava che il fatto di essere diretto sul luogo di un incidente gli permettesse di superare i limiti, ma per il pg Pagani non è così

BELLINZONA – Sarà giudicato alle Assise Correzionali per eccesso di velocità. Cosa c’è di strano? Che lui è un agente della Polizia cantonale e ha superato il limite mentre era in servizio.

A Gentilino sfrecciava a oltre 100 chilometri all’ora su un limite di 50. Era il giugno del 2019,  e l’uomo si stava recando a sirene spiegate verso il luogo di un incidente, con uno scooterista a terra. Probabilmente riteneva che le circostanze permettessero di superare i limiti, ma evidentemente il Procuratore Generale Andrea Pagani no.

La velocità, per poco, è sufficiente per far scattare l’articolo 90: l’uomo rischia addirittura da un anno a quattro anni di carcere.

Il suo caso è il primo di un agente, o in generale di una persona che finisce a giudizio per eccesso di velocità mentre era in servizio.

© 2020 , All rights reserved