Cronaca
08.10.2020 - 18:000

Dramma di Canobbio, il ricordo degli amici: "Manchi come l'aria"

Amante del calcio e delle musica, il 20enne precipitato ieri a Canobbio viene ricordato come "un bravissimo ragazzo"

CANOBBIO – "Non ci sono parole per descrivere quanto accaduto. Riposa in pace, amico mio". È il messaggio di una storia Instagram pubblicato da uno degli amici del 20enne morto tragicamente ieri a Canobbio in Via Belvedere.

Il giovane – per cause che l'inchiesta dovrà stabilire – è salito sul tetto di eternit di uno stabile. Mentre si trovava quasi a metà dello stesso l'eternit ha ceduto ed è caduto nel vuoto per circa 10 metri. 

Amante del calcio e della musica, L. viene ricordato come "un bravissimo ragazzo che ha da poco lasciato il lavoro in un'azienda del Luganese per concentrarsi sugli studi da infermiere". Tantissimi i messaggi di cordoglio degli amici che sui social hanno ricordato l'amico scomparso prematuramente.

"Già mi manchi come l'aria – scrive un coetaneo –. Proteggici da lassù. Riposa in pace Bro". "Eri, sei e sarai sempre il mio migliore amico", scrive l'amico del cuore. "Ci siamo conosciuti da bimbi. Due bimbi persi per il calcio e per la musica. Hai saputo cose che nessuno sa, hai sempre avuto del tempo per ascoltarmi. Ti vorrò per sempre un bene infinito angioletto", scrive addolorato un altro grande amico. 

© 2020 , All rights reserved