Cronaca
24.12.2020 - 17:210

Un segreto custodito da anni in Valle di Muggio, una bimba curiosa, la gioia in un biscotto. E il ricavato al Mulino

Il cuoco Matteo Cavadini ha pubblicato la sua prima fiaba, "L'ingrediente segreto", decidendo di devolvere l'incasso al Mulino. Solo una delle iniziative a favore della ricostruzione, dalla tombola alla vendita di biscotti

MAROGGIA  - Un mese a quelle immagini terrificanti. Un mese all'incendio che ha distrutto il Mulino di Maroggia, colpendo al cuore la popolazione ticinese e facendo partire la solidarietà.

Raccolta fondi, una tombola digitale, organizzata da Ated - ICT Ticino e AbianchiDesign, l'incasso di una vendita di biscotti ed anche di un libro, tutti quelli che possono partecipano cercando di dare forza ai dipendenti e ai proprietari, che hanno ringraziato con uno striscione.

Il libro è quello di Matteo Cavadini, che per la prima volta ha pubblicato una sua fiaba, di quelle che racconta la sera ai suoi tre bambini. L'idea di devolvere tutto al Mulino è arrivata dopo, mentre il libro era già quasi in stampa (grazie a AimaProject), dato che l'incendio l'aveva colpito profondamente. "L'ingrediente segreto" termina con una ricetta (Matteo è cuoco) ma non parla di sola cucina. La storia è ambientata nel paesino di Monte, in Valle di Muggio, dove Emma, una bambina curiosa, furba e molto coraggiosa, proverà a risolvere un segreto custodito da anni... Alla fine troverà la gioia anche in un biscotto, da lì l'idea di concludere con una ghiotta ricetta. 

Ed anche il collegamento, forse inconscio, col Mulino.

Alessandro Fontana ha più volte manifestato la volontà di ricostruire e ripartire e ai dipendenti è stato confermato il contratto almeno per un altro anno. 

© 2021 , All rights reserved