TiPress/Alessandro Crinari
Cronaca
16.01.2021 - 15:150

Amherd: "Le piste sono aperte perchè è importante che la gente possa fare qualcosa nel tempo libero. Ma non escludo di chiuderle"

"Al momento è giusto che siano aperte, ma dobbiamo essere flessibili. A seconda degli sviluppi, potrebbe essere necessario chiuderle. Il virus detta i tempi, non la politica", ha detto la Consigliera federale

BERNA - Le piste da sci, soprattutto dopo l'importante nevicata delle ultime ore, si presentano senza dubbio invitanti per gli sciatori svizzeri, che infatti le hanno prese d'assalto. Numerose sono le immagini che girano sui social e che mostrano lunghe code e poca distanza sociale. Come noto la possiblità di tenere aperto per i comprensori, mentre negozi e ristoranti devono chiudere, ha suscitato molte polemiche.

Viola Amherd, in un'intervista pubblicata oggi dal portale Watson e dalle testate di CH Media, mette le mani avanti e non esclude che si debba arrivare anche a una chiusura. "Al momento è giusto che siano aperte, ma dobbiamo essere flessibili. A seconda degli sviluppi, potrebbe essere necessario chiuderle", è la sua opinione, conscia che è il virus e non la politica a guidare i tempi.

La sua spiegazione del perchè le piste sono aperte non tocca gli interessi economici bensì il benessere della popolazione. "La gente ha bisogno di qualcosa da fare nel tempo libero. Se non si può più fare nulla e se i contatti sociali sono completamente limitati l’impatto sulla psiche è enorme. È importante che ci si possa ancora muovere".

Ma comunque potrebbe rendersi necessario dire stop anche allo sci.

© 2021 , All rights reserved