Cronaca
21.02.2021 - 17:020

"Chiudere i golf è una follia. Poi sulle piste da sci ci sono assembramenti"

La chiusura 'manu militari' da parte della Polizia del Golf Patriziale di Ascona fa alzare diverse voci critiche. Un lettore: "Il golf è lo sport più rispettoso delle distanze sociali". Duro il presidente dell'Organizzazione turistica Lago Maggiore

ASCONA – La chiusura “manu militari” del Golf Patriziale di Ascona fa discutere. Una delle tante misure illogiche, decretate sulla base di chissà quali astruse considerazioni sanitarie, a cui stiamo assistendo in queste settimane di incoerente disorientamento. Fatta applicare, per di più, con eccesso di zelo dalla Polizia in un luogo dove la densità di giocatori è simile a quella del numero di abitanti rispetto alla superficie dell'Alaska. Manu militari, appunto, con tanto di verbale al presidente, Luca Allidi, quando sarebbe bastata una telefonata.

Mentre su altre realtà sportive, dove gli assembramenti sono all’ordine del giorno (lo scii su tutte), si sorvola. Segnaliamo, a proposito, il commento di uno sportivo locarnese, che nemmeno è socio del Golf.

“Ieri la polizia ha fatto chiudere il Golf Ascona", scrive su Facebook. "Lo sport probabilmente meno denso e più rispettoso delle distanze sociali. Come diceva la canzone degli 883: “...non si sa neanche il perché… avrà fatto qualche sgarro a qualche industria di caffè!”. Stiamo attenti, rispettiamo la pandemia ma non perdiamo il buon senso per favore. Dicono che i cruciverba aiutano a mantenere allenato il raziocinio, qui sotto un piccolo ‘trova le differenze’ come esercizio”.

Il riferimento è al fotomontaggio sci-calcio vs golf (vedi foto)

Alle voci critiche sulla chiusura del Golf Patriziale di Ascona da parte della Polizia si associa anche quella del presidente dell’Organizzazione turistica Lago Maggiore, Aldo Merlini. Lui stesso è appassionato di golf, ma parla in veste di rappresentante del turismo locarnese e non in quella di giocatore.

 “È una follia pura", dice a liberatv. "Sui green ci sono al massimo quattro persone ogni duecento metri. Domenica scorsa ho fatto la passeggiata attorno al golf di Ascona e ho incontrato decine e decine di persone in gruppi da sette o otto senza nemmeno la mascherina. Per non parlare, rimanendo in ambito di sport o attività all’aria aperta, di altre situazioni che sono sotto gli occhi di tutti, come gli assembramenti nelle stazioni sciistiche. Ripeto, chiudere i golf è una follia!”.

© 2021 , All rights reserved