Cronaca
22.02.2021 - 14:210

Bocconi avvelenati, cosa fare? Un vademecum su come comportarsi e sui sintomi a cui prestare attenzione

La pagina Facebook SOS Animali spiega quali accorgimenti assumere quando si passeggia col proprio cane. Importante è avere con sé dell'acqua ossigenata o una soluzione di acqua calda molto salata per riuscire a far vomitare l'animale se serve

BELLINZONA - I padroni dei cani ticinesi sono in stato di allerta. Nelle scorse settimane si sono infatti moltiplicati vili atti come lasciare sui percorsi dove si svolgono le passeggiate col proprio amico a quattro zampe. 

La pagina Facebook SOS Animali dà qualche consiglio su come comportarsi. In primis, si chiede di tenere il cane al guinzaglio, di osservare con attenzione dove si dirige l'animale e che cosa mangia. Al momento, è meglio avere con sè "un boccettino con dell'acqua ossigenata (quella 10 volumi classica da disinfezione) o una soluzione di acqua calda e molto salata, e una siringa (senza ago)", oltre che "un telefono e i numeri di emergenza veterinaria".

Cosa fare, in caso ingestione di un boccone sospetto? "Somministrare 2ml per kg di peso del cane di acqua ossigenata, o la soluzione di acqua calda e salata. Aspirate il liquido con la siringa, infilate questa in bocca e fate ingoiare il liquido al cane. L'operazione sopra serve unicamente a far vomitare il cane. Nel caso di ingestione di veleno, il vomito entro 5 minuti aumenta notevolmente le possibilità di sopravvivenza. Chiamate immediatamente il veterinario, e portate il cane subito. A seconda della gravità della situazione, i veterinari potranno decidere se intervenire con una lavanda gastrica o la somministrazione di farmaci specifici", spiegano gli amministratori del gruppo.

I sintomi di avvelenamento, che possono insorgere da 30 minuti dopo l'aver ingerito il boccone sino a 72 ore dopo il fatto, sono "arti irrigiditi e difficoltà di deambulazione, eccessiva salivazione, respiro affannato, crisi convulsive, vomito e diarrea di sangue, pallore delle mucose, anoressia, stanchezza, letargia e epistassi". 

"È necessario agire quanto prima per evitare danni irreparabili all'organismo", è l'invito.

Naturalmente, è bene segnalare ogni sospetto boccone avvelenato e 

© 2021 , All rights reserved