Economia
03.09.2020 - 17:240
Aggiornamento : 17:42

Agire nel rispetto dell’ambiente significa fare un salto di qualità!

Rispettare i principi su cui si basa la certificazione ISO 14001:2015 è un ottimo passo per minimizzare i rischi e migliorare costantemente la prestazione ambientale di un'organizzazione

RANCATE - Negli ultimi anni si è creata una forte coscienza ambientalista. Risulta impensabile oggi agire, nella vita quotidiana e lavorativa, senza gettare un occhio anche all’ambiente che ci circonda cercando di rispettarlo e preservarlo il più possibile per il bene di tutti. Una responsabilità morale che ovviamente tocca anche le grandi aziende, che sovente utilizzano per i loro processi materie prime o altre che potrebbero, se trattate nel modo sbagliato, essere dannose per l’ambiente.

Come può una grande ditta essere certa di agire in modo ottimale nella gestione ambientale? Rispettare i principi su cui si basa la certificazione ISO 14001:2015 è un ottimo passo per minimizzare i rischi e migliorare costantemente la prestazione ambientale di un'organizzazione. Non si tratta solamente di una questione di coscienza individuale dell’imprenditore, poiché mostrarsi attenti a ciò che ci circonda è un fattore importante nella conquista della fiducia dei clienti, che come detto negli ultimi anni sono mediamente più sensibili alla questione ambientale, in particolar modo i più giovani.

L’ottenimento di una certificazione ISO 14001:2015 parte da un’analisi ambientale, tale da fare avere un'approfondita conoscenza degli aspetti ambientali (emissioni, uso risorse etc) che una organizzazione deve effettivamente gestire. Evidente come ogni settore abbia le proprie particolarità e come definire come agire richieda una conoscenza profonda dei processi produttivi, il punto di partenza verso un lavoro che vada in direzione della ISO 14001:2015.

I sistemi di gestione ambientale che vengono determinati dopo l’analisi, specifici per il contesto in cui si opera, devono diventare parte integrante delle strategie di business e di sviluppo aziendale, tanto che l’integrazione tra gli standard deve diventare un punto di forza. Gli SGA comprenderanno norme precise nelle fasi di progettazione e sviluppo, individuazione delle materie prime, imballaggio e distribuzione, riuso e riciclo e smaltimento finale. Controllare i processi in outsourcing, determinare i requisiti ambientali per il procurement, considerare i requisiti ambientali delle attività di sviluppo, consegna e trattamento di fine vita dei prodotti/servizi e tener conto della necessità di fornire informazioni sugli impatti ambientali potenziali durante la consegna di prodotti, servizi e trattamento di fine vita del prodotto sono punti essenziali di quello che viene definito Life CyclePerspective, cioè un approccio che prevede l’attenzione alla tutela dell’ambiente in tutte le fasi produttive

Come detto, le regole stabilite dai manuali che si andranno a redarre e formeranno gli SGA, sistemi di gestione ambientale, dovranno essere presi in considerazione dagli stakeholder. Inoltre, il miglioramento continuo delle organizzazioni deve proseguire, in un’evoluzione continua che non può che portare benefici. Nell’agire quotidiano dovranno essere implementati la prevenzione di impatti negativi sull’ambiente, l’uso sostenibile delle risorse (materie prime, materiali usati durante il processo produttivo e quant’altro), la mitigazione e l’adattamento ai cambiamenti climatici e la protezione della biodiversità e degli ecosistemi.

Uniformarsi alle norme per la ISO 14001:2015 può sicuramente portare a stravolgere un processo produttivo nei casi in cui prima non si è badato molto alla sicurezza ambientale. Ma i risultati non saranno solo il maggior rispetto di ciò che ci circonda e la certezza di raggiungere un successo sostenibile. Le certificazioni ISO, in generale, determinano un deciso miglioramento delle politiche aziendali e produttive, portando in ultima analisi ad un accesso facilitato al mercato e a un rapporto migliore con istituzioni e istituti di credito (che dialogano e operano più volentieri con chi agisce implementando le norme di sicurezza in genere), a miglior qualità con prezzi minori, ottimizzando il processo riducendo gli errori, il che porta a sua volta a minor costi, a un approccio sistematico orientato alla qualità da parte dei dipendenti a un consolidamento delle migliorie apportate e al trasferimento facilitato del know-how .

Per un’azienda, la certificazione ISO 14001:2015 è quindi un investimento su cui puntare.

BQS Consulenze è disponibile per aiutarvi ad approcciarvi alle norme da rispettare, partendo da un’ampia valutazione nata dalla conoscenza approfondita della realtà in cui operate. Vi condurrà per mano, preparando i manuali, impostando le procedure e formando il personale, a ottenere la certificazione e poi a mantenerla nel tempo.

© 2020 , All rights reserved