Media
07.07.2020 - 15:230

La RSI dice addio alle dirette di Champions League

Il responsabile Business Unit Sport SSR e Sport SRF: "Ormai è un dato di fatto che pure sul mercato svizzero vengano offerte somme di denaro spropositate per il calcio internazionale per club"

BERNA – Gli appassionati di calcio in Svizzera potranno continuare a vedere ogni settimana i momenti salienti della UEFA
Champions League sulla televisione in chiaro delle emittenti della SSR fino al 2024. A partire dalla stagione 2021/22, SRF, RTS e RSI presenteranno resoconti dettagliati delle partite e i goal di tutte e 33 le giornate di campionato, subito dopo il fischio finale dei match delle 21.00. La SSR ha ottenuto un'apposita sublicenza da CT Cinetrade SA, valida per le tre stagioni 2021/22, 2022/23 e 2023/24. Ciò nonostante, dalla stagione 2021/22 SRF, RTS e RSI non potranno più trasmettere partite in diretta.

Questo significa che ogni martedì e mercoledì nel palinsesto figureranno i momenti salienti e i goal di tutti gli incontri della giornata. Ciò vale anche per la finale, per la quale al termine della partita le emittenti della SSR offriranno una sintesi dettagliata, tutti i goal e analisi approfondite. Dalla stagione 2021/22, SRF, RTS e RSI non potranno invece più trasmettere in diretta le partite della Champions League. Per quanto riguarda invece la UEFA Europa League e la neonata UEFA Europa Conference League, a partire dalla stessa stagione le emittenti della SSR mostreranno i resoconti dei momenti salienti di tutte le partite casalinghe delle squadre svizzere.

Dalla stagione 2021/22, SRF, RTS e RSI trasmetteranno resoconti per ogni partita di Champions League per un totale di 33 serate. La sublicenza della SSR copre i diritti di utilizzo post-evento di contenuti in TV, alla radio e online. L'accordo con CT Cinetrade SA si applica per le tre stagioni 2021/22, 2022/23 e 2023/24 e non interessa il periodo contrattuale in corso. Le partite settimanali della Champions League e dell'Europa League trasmesse in diretta continueranno ad essere parte integrante della programmazione sportiva sui canali e sulle piattaforme della SSR fino al termine della stagione 2020/21. Le competizioni europee per club della stagione 2019/20 attualmente sospese verranno portate a termine dalla UEFA in agosto sotto forma di tornei finali a eliminazione diretta e senza partite di ritorno. Quali partite saranno trasmesse in diretta da SRF, RTS e RSI è ancora da chiarire e sarà comunicato dalle emittenti a tempo debito.

"La SSR non può e non vuole pagare importi così ingenti"

Roland Mägerle, responsabile Business Unit Sport SSR e Sport SRF, afferma: "Da molti anni la Champions League fa parte dell'esclusiva offerta calcistica europea della televisione in chiaro della SSR. Sono contento che in futuro agli appassionati
di calcio potremo continuare a mostrare i momenti salienti di tutte le partite e i goal. Ovviamente SRF, RTS e RSI avrebbero continuato volentieri a proporre in diretta al pubblico svizzero le partite delle competizioni UEFA per club ben oltre la stagione 2020/21. Per questo motivo la SSR si è adoperata a fondo fino all'ultimo istante per estendere i diritti di trasmissione in diretta e ha presentato offerte molto buone. Purtroppo, però, è ormai un dato di fatto che ora pure sul mercato svizzero vengano offerte somme di denaro spropositate per il calcio internazionale per club. La SSR non può e non vuole pagare importi così ingenti. In qualità di casa mediatica finanziata tramite il canone, per la SSR sussisteva un limite finanziario ben definito durante le trattative per i diritti di trasmissione delle competizioni UEFA per club. La Champions League e l'Europa League rimarranno nel palinsesto di SRF, RTS e RSI fino al termine della stagione 2020/21, comprese le consuete partite in diretta. Dopodiché le emittenti della SSR continueranno a concentrare l'attenzione dell'informazione sportiva sulla Svizzera e su un'ampia varietà di discipline, calcio incluso."

© 2020 , All rights reserved