Sanità
03.05.2019 - 11:260

Pazienti e medici, quante bugie... Altro che onestà, molti mentono

Uno studio rivela come 7 pazienti su 10 raccontano bugie al proprio dottore, dallo stile di vita che conducono a come assumono i medicamenti. E i medici a loro volta migliorano il quadro della situazione o nascondono i propri errori

NEW YORK – Quando si va dal medico, sarebbe sottinteso il fatto di parlargli diffusamente e in modo completo delle proprie problematiche, non omettendo dettagli e spiegando che cure si stanno facendo. Invece non è così: uno studio dei ricercatori in scienze sociali del Middlesex Community College, in Massachussets, evidenzia come 7 persone su 10 mentono al dottore!
Lo rivela il giornale La Borsa della Spesa, che cita altri studi in merito. Il risultato? Sempre il medesimo: il 70% racconta bugie. 

Ci si presenta, per esempio, in “maniera più positiva della realtà. È così che diversi pazienti dichiarano di bere meno alcool di quello che bevono realmente, di fare più attività fisica e in generale di condurre una vita più sana di quella che realmente conducono”, si legge nell’articolo.

E fino a lì, si è (quasi) scusati.

Il 35-45% dei pazienti non è sincero in merito a come assume i medicamenti, che prende in modalità e quantità diverse da quanto indicato o senza che il medico stesso lo sappia.

“Ammettere di condurre uno stile di vita poco sano, o di non aver seguito l’indicazione del proprio medico èconsiderato imbarazzante da molti pazienti, che temono di essere giudicati e di subire rimproveri. Agomenti legati all’alimentazione e alla vita sessuale sono particolarmente sensibili. Inoltre, nel caso di pazienti che fanno uso di sostanze stupefacenti, c’è la paura di essere messi nei guai dal proprio medico nel caso glielo confidassero. Alcuni pazienti non riescono a rinunciare ai propri vizi e preferiscono quindi non ammetterlo per evitare discussioni”, prosegue il pezzo sul giornale dell’ACSI. 

A quanto pare, il 65-70% di chi mente è convinto che il dottore non se ne accorga, ma spesso non è così.

Stando allo studio, i pazienti dicono maggiormente la verità ai medici più anziani, mentre i più sinceri verso il proprio curante sono i più giovani. Se le donne sono più sincere, esse però dicono più bugie a un medico del sesso opposto, invece per gli uomini è il contrario, dato che sono più onesti con le dottoresse.

E i medici? Anche loro non sarebbero proprio trasparenti, poiché uno su tre per timore nasconde un eventuale errore commesso, più della metà fornisce sovente un quadro migliore rispetto alla realtà. Lo studio spiega che il modo di porsi degli stessi potrebbe aiutare i pazienti: formulando le domande nel modo giusto e senza farli sentire sotto accusa e sotto esame otterrebbero risposte più franche e meno bugie.

Potrebbe interessarti anche
Tags
pazienti
bugie
medici
medico
studio
dottore
© 2019 , All rights reserved