Gusto
24.12.2017 - 11:370
Aggiornamento 21.06.2018 - 14:17

Lo spettro di 'No Billag' invece di indietreggiare avanza: la quota dei favorevoli all'abolizione del canone sfiora il 57%

Il sondaggio online, condotto dal 7 al 18 dicembre dall'istituto Marketagent.com, ha coinvolto oltre 1200 svizzeri fra i 18 e i 75 anni

BERNA - Quasi il 57% della popolazione svizzera rimane favorevole a "No Billag". È il dato che emerge da un sondaggio pubblicato dalla SonntagsZeitung.

Se dovesse esprimersi oggi il 44,4% degli interpellati voterebbe un sì convinto, il 12,2% tendenzialmente sì, mentre i no sarebbero il 9,9% (tendenzialmente) e il 28,1% (sicuramente). Sommando queste quote si ottiene dunque un 56,6% di favorevoli e un 38,0% di contrari. Gli indecisi sono il 5,4%.

Il sondaggio online, condotto dal 7 al 18 dicembre dall'istituto Marketagent.com, ha coinvolto oltre 1200 svizzeri fra i 18 e i 75 anni. Il Ticino non è stato considerato, ma gli autori del sondaggio ritengono che questo non cambi le carte in tavola, vista la quota limitata dei votanti.

Secondo la SonntagsZeitung a preoccupare i difensori del canone radiotelevisivo sono essenzialmente due aspetti. Il primo è che il sostegno all'iniziativa non sta scemando, come invece avviene spesso una volta che si affrontano gli argomenti concreti.

Il secondo aspetto riguarda il fatto che i sostenitori della proposta di modifica costituzionale sono sempre più convinti: i sicuri di votare sì sono infatti saliti di 2,7 punti percentuali (dal 41,7 al 44,4%).

L'argomento secondo il quale un sì a No Billag significherebbe la fine della SSR convince solo il 42% degli intervistati.

Potrebbe interessarti anche
Tags
no
no billag
billag
sondaggio
canone
quota
© 2019 , All rights reserved