ULTIME NOTIZIE News
Cronaca
05.02.2017 - 22:110
Aggiornamento: 21.01.2022 - 14:40

Idea shock per risparmiare sui premi delle casse malati: «rimborsiamo solo 150mila franchi per un anno di vita»

La proposta è di un economista della salute e professore all’Università di Basilea, che parte dal dato secondo cui i costi della saluti si impennano soprattutto nell'ultimo anno di vita

BASILEA - Un costo massimo rimborsabile in un anno di vita, che diminuisce con l'arrivare dell'età avanzata. I premi di cassa malati sono sempre più cari, e la proposta shock per diminuirli arriva da Stefan Felder, economista della salute e professore all’Università di Basilea. Secondo la sua teoria, riportata dal settimanale Il Caffè, «non perché un medicinale o una terapia esistono vanno per forza rimborsati». Per esempio, non ogni intervento agli anziani viene finanziato, come la protesi alle anche, cita. Negli ultimi anni di vita, i costi della salute crescono, e l'idea di Felder è di fissare un prezzo per ogni anno di vita in più. Ha già un'ipotesi anche sulla cifra: 150 mila franchi annui. E se una cura costasse di più? Starebbe al paziente pagarsela. Una medicina a due velocità, dunque, che Felder sottolinea esiste già. A pensarla come lui, sempre secondo il professore sarebbero diversi svizzeri, stando al Fondo nazionale di ricerca: per un malato di cancro, all'ultimo anno di vita, sostengono si dovrebbe fissare un massimo di 55mila franchi. Stando ai numeri, il costo delle cure di un quarto dei malati anziani e del 9% di quelli più giovani supera queste cifre. Etico o meno? Felder, nel suo ragionamento, pensa a meri calcoli, a come far scendere i costi delle casse malati.
Potrebbe interessarti anche
Tags
basilea
casse
premi
casse malati
idea
franchi
vita
malati
salute
costi
© 2022 , All rights reserved