ULTIME NOTIZIE News
Cronaca
29.11.2023 - 09:300

Venezia, litiga con un tunisino, torna a casa, prende il fucile e lo ammazza

Le immagini dell'efferato delitto stanno facendo il giro del web. La lite sarebbe scoppiata in seguito a un apprezzamento della vittima sulla moglie dell'autore

VENEZIA – Un delitto efferato, con tanto di immagini raccapriccianti che stanno facendo il giro del web. È accaduto sabato scorso a Venezia in salizada San Geremia verso le 23.20. Raffaele Marconi, 33enne trasportatore veneziano, sposato e padre di due figli, ha ucciso con un fucile a canne mozze Khalil Mallat, un 25enne tunisino, irregolare, in Italia da anni, con precedenti per droga alle spalle e padre da soli due giorni.  Un atto di ritorsione, il suo, dopo una coltellata in volto infertagli dal tunisino durante una lite per futili motivi. Il tunisino avrebbe fatto apprezzamenti sulla moglie di Marconi mentre la coppia passeggiava per le vie di Venezia.

Un video mostra il corpo insanguinato della vittima steso a terra in una pizzeria. Un altro mostra invece l’uomo che cammina nel centro di Venezia impugnando il fucile. L'arma del delitto, con matricola abrasa e non denunciata, è stata trovata poco dopo dai carabinieri sul fondo del Rio di Canaregio. A buttarla, e poi segnalarla ai militari, è stato lo stesso killer dopo l’arresto. In un file audio che si trova in rete una conoscente dell’omicida racconta la vicenda a un’amica.

 

Potrebbe interessarti anche
Tags
venezia
fucile
tunisino
delitto
immagini
vittima
moglie
web
giro
lite
© 2024 , All rights reserved