Milan
0
Inter
2
fine
(0-0)
Bienne
3
Langnau
2
fine
(0-1 : 1-1 : 1-0 : 0-0 : 1-0)
Ginevra
4
Berna
2
fine
(1-1 : 2-0 : 1-1)
Lakers
3
Zurigo
2
fine
(0-2 : 1-0 : 1-0 : 1-0)
Zugo
3
Lugano
2
fine
(1-1 : 1-1 : 0-0 : 0-0 : 1-0)
La Chaux de Fonds
7
Olten
2
fine
(1-0 : 1-2 : 5-0)
Kloten
4
Ajoie
6
fine
(1-1 : 2-3 : 1-2)
Turgovia
4
Langenthal
2
fine
(2-1 : 0-1 : 2-0)
Milan
SERIE A
0 - 2
fine
0-0
Inter
0-0
CONTI ANDREA
48'
 
 
 
 
49'
0-1 BROZOVIC MARCELO
 
 
78'
0-2 LUKAKU ROMELU
 
 
82'
D AMBROSIO DANILO
REBIC ANTE
88'
 
 
48' CONTI ANDREA
BROZOVIC MARCELO 0-1 49'
LUKAKU ROMELU 0-2 78'
D AMBROSIO DANILO 82'
88' REBIC ANTE
Venue: San Siro.
Turf: Desso GrassMaster (Surface composed of natural grass combined with artificial fibres).
Capacity: 80,018.
SAME TOWN - SAME GROUND - LOCAL DERBY.
History: 51W-55D-64W.
Goals: 219-236.
Age: 24,4-27,0.
Sidelined Players: AC MILAN - Davide Calabria (Red card suspension), Mattia Caldara (Cruciate Ligament).
VAR Video Referee.
Ultimo aggiornamento: 21.09.2019 22:43
Bienne
LNA
3 - 2
fine
0-1
1-1
1-0
0-0
1-0
Langnau
0-1
1-1
1-0
0-0
1-0
 
 
8'
0-1 NEUKOM
 
 
25'
0-2 MAXWELL
1-2 POULIOT
27'
 
 
2-2 RATHGEB
48'
 
 
NEUKOM 0-1 8'
MAXWELL 0-2 25'
27' 1-2 POULIOT
48' 2-2 RATHGEB
Ultimo aggiornamento: 21.09.2019 22:43
Ginevra
LNA
4 - 2
fine
1-1
2-0
1-1
Berna
1-1
2-0
1-1
 
 
12'
0-1 RUEFENACHT
1-1 BERTHON
14'
 
 
2-1 BERTHON
23'
 
 
3-1 WINNIK
40'
 
 
 
 
59'
3-2 MOSER
4-2 RICHARD
60'
 
 
RUEFENACHT 0-1 12'
14' 1-1 BERTHON
23' 2-1 BERTHON
40' 3-1 WINNIK
MOSER 3-2 59'
60' 4-2 RICHARD
Ultimo aggiornamento: 21.09.2019 22:43
Lakers
LNA
3 - 2
fine
0-2
1-0
1-0
1-0
Zurigo
0-2
1-0
1-0
1-0
 
 
7'
0-1 BALTISBERGER
 
 
8'
0-2 BODENMANN
1-2 ROWE
21'
 
 
2-2 KRISTO
48'
 
 
3-2 CERVENKA
61'
 
 
BALTISBERGER 0-1 7'
BODENMANN 0-2 8'
21' 1-2 ROWE
48' 2-2 KRISTO
61' 3-2 CERVENKA
Ultimo aggiornamento: 21.09.2019 22:43
Zugo
LNA
3 - 2
fine
1-1
1-1
0-0
0-0
1-0
Lugano
1-1
1-1
0-0
0-0
1-0
 
 
7'
0-1 BURGLER
1-1 THORELL
20'
 
 
2-1 ALATALO
24'
 
 
 
 
27'
2-2 FAZZINI
BURGLER 0-1 7'
20' 1-1 THORELL
24' 2-1 ALATALO
FAZZINI 2-2 27'
Ultimo aggiornamento: 21.09.2019 22:43
La Chaux de Fonds
LNB
7 - 2
fine
1-0
1-2
5-0
Olten
1-0
1-2
5-0
1-0 CARBIS
18'
 
 
 
 
22'
1-1 WEDER
2-1 BOGDANOFF
30'
 
 
 
 
39'
2-2 RYTZ
3-2 MIEVILLE
42'
 
 
4-2 COFFMAN
47'
 
 
5-2 CARBIS
52'
 
 
6-2 HOLDENER
53'
 
 
7-2 MIEVILLE
54'
 
 
18' 1-0 CARBIS
WEDER 1-1 22'
30' 2-1 BOGDANOFF
RYTZ 2-2 39'
42' 3-2 MIEVILLE
47' 4-2 COFFMAN
52' 5-2 CARBIS
53' 6-2 HOLDENER
54' 7-2 MIEVILLE
Ultimo aggiornamento: 21.09.2019 22:43
Kloten
LNB
4 - 6
fine
1-1
2-3
1-2
Ajoie
1-1
2-3
1-2
1-0 FORGET
6'
 
 
 
 
13'
1-1 HUBER
 
 
21'
1-2 HAZEN
2-2 FIGREN
24'
 
 
3-2 LEMM
28'
 
 
 
 
32'
3-3 FROSSARD
 
 
34'
3-4 HAZEN
 
 
42'
3-5 DEVOS
4-5 FUGLISTER
51'
 
 
 
 
60'
4-6 HUBER
6' 1-0 FORGET
HUBER 1-1 13'
HAZEN 1-2 21'
24' 2-2 FIGREN
28' 3-2 LEMM
FROSSARD 3-3 32'
HAZEN 3-4 34'
DEVOS 3-5 42'
51' 4-5 FUGLISTER
HUBER 4-6 60'
Ultimo aggiornamento: 21.09.2019 22:43
Turgovia
LNB
4 - 2
fine
2-1
0-1
2-0
Langenthal
2-1
0-1
2-0
1-0 JONES C.
1'
 
 
 
 
2'
1-1 CLARK
2-1 LOOSLI
18'
 
 
 
 
36'
2-2 MULLER
3-2 LOOSLI
54'
 
 
4-2 WILDHABER
60'
 
 
1' 1-0 JONES C.
CLARK 1-1 2'
18' 2-1 LOOSLI
MULLER 2-2 36'
54' 3-2 LOOSLI
60' 4-2 WILDHABER
Ultimo aggiornamento: 21.09.2019 22:43
Politica
18.12.2015 - 09:520
Aggiornamento : 19.06.2018 - 15:43

I numeri dell'assistenza: aumenta chi vi ritorna

Uno studio evidenzia come le categorie più fragili siano i giovani e chi è vicino all'età di pensionamento. Cresce anche chi lavora a tempo parziale o su chiamata ma necessita comunque dell'aiuto

BELLINZONA - Un'analisi relative alle persone in assistenza, commissionata dal Dipartimento Sanità e Socialità alla collaboratrice scientifica Elena Sartoris, fa emergere alcuni dati interessanti. Negli ultimi anni il numero di chi richiede le prestazioni assistenziali è costantemente aumentato. Le categorie più fragili sono i giovani tra i 20 e i 29 anni e le persone vicine all’età del pensionamento (50-59 anni). Diminuisce il periodo medio in cui si beneficia delle prestazioni, dato che il 37% delle domande sono state chiuse entro sei mesi, il 53% in un anno e solo il 16% ha superato i tre anni. In tempi non sospetti, la chiusura era determinata dal fatto che il beneficiario otteneva altre rendite (AVS/AI) e in pochi casi dal reinserimento nel mercato del lavoro. Ora, i dati si sono capovolti: in percentuale, aumentano le persone che smettono di chiedere l'assistenza perché hanno trovato un lavoro (nel 26% dei casi, mentre nel 29% delle situazioni il motivo della chiusura del dossier rimane sconosciuta). Preoccupante è l'aumento del numero di persone che, dopo essere uscite dall'assistenza, vi rientrano (il 13%). Sartoris ha spiegato che «non vi è tanto un problema di cronicità dovuto a una lunga permanenza in assistenza, ma piuttosto ha confermato che una parte non trascurabile dei beneficiari esce e rientra più volte in assistenza. L’uscita dall’assistenza anche solo per brevi periodi può essere tuttavia vista come un elemento positivo». Dal punto di vista socio-demografica si è visto un aumento di celibi e nubili (dal 42% al 49%), di persone senza figli (dal 71% al 73%), di disoccupati ed anche di chi lavora. Il 17% di chi domanda di avere le prestazioni dell'assistenza ha infatti un impiego, con un aumento di quelle che lo hanno però a tempo parziale o su chiamata (dal 58% al 68%). La disoccupazione rimane comunque il motivo principale di entrata in assistenza.
Potrebbe interessarti anche
Tags
assistenza
aumento
prestazioni
© 2019 , All rights reserved