Politica
02.02.2016 - 09:150
Aggiornamento : 19.06.2018 - 15:43

Un medico dell'OSC supera i Consiglieri di Stato

Da quando devono pagare i contributi della cassa pensione, i ministri non sono più i più pagati nell'amministrazione cantonale. Fa discutere la proposta di adeguamento di Lega, PLR e PPD

BELLINZONA - Chi crede che i Consiglieri di Stato siano i più pagati dell'amministrazione cantonale sbaglia. Era cosi sino al 19 aprile 2015, data dell'ultimo rinnovo del Governo. Sino a lì, i ministri non versavano i contributi della cassa pensione, mentre, su decisione del Gran Consiglio, ora sì, e lo stipendio non è stato adeguato di conseguenza. Il loro salario è dunque passato da 17'650 franchi netti a 15'820. E nella lettera dell'esecutivo alla commissione della gestione viene fatto notare come vi sia qualcuno che guadagna di più: 16'850,15 franchi. Il Corriere del Ticino fa sapere che si tratta di un medico dell'OSC, e che complessivamente quelli che superano quota 215'000 franchi annui sono 4, mentre tra 210'000 e 215'000 ne risultano 8. Lega, PLR e PPD ritengono la situazione penalizzante per i Consiglieri di Stato, e con Caverzasio, Farinelli e Dadò hanno presentato un'iniziativa che deve essere «una soluzione transitoria per la determinazione del salario del consigliere a fronte del contributo provvisorio del 9% richiesto fino all’introduzione di un nuovo sistema previdenziale». Anche in Commissione della gestione se ne era parlato, chiedendo di quanto si dovrebbe aumentare il mensile o rispettivamente ridurre i contributi per far sì che i ministri tornino a essere i più pagati. L'iniziativa, se accolta, farebbe sì che i cinque riceverebbero anche i retroattivi. Nettamente contrari all'adeguamento PS e UDC, ed era stato un battibecco fra Farinelli e Kandemir Bordoli a far rallentare i favorevoli. Chiede di congelare la proposta anche il sindacato OCST. «Ma come? Giù i salari ai dipendenti per alzarli ai ministri? Davanti ad una situazione straordinaria dove ai cittadini e al personale vengono richiesti sacrifici su sacrifici, la proposta di un adeguamento verso l’alto dello stipendio dei ministri sembra alquanto inopportuna e quanto meno provocatoria agli occhi del personale che non ha potuto ottenere trattamento analogo quando il contributo cassa pensioni è stato aumentato a loro».
© 2020 , All rights reserved