Politica
18.01.2018 - 09:440
Aggiornamento : 19.06.2018 - 15:43

"Qui comandano tutti, questa è... Lega mia". Parafrasando Gigliola Cinquetti, il futuro del Movimento di via Monte Boglia

Attilio Bignasca lascerà il coordinamento della Lega, si era parlato di Gobbi al suo posto, invece sembrerebbe che si vada verso un sistema diverso: ovvero, nessuno "ufficialmente" al timone e decisioni prese da una sorta di direzione allargata, con importanza alla comunicazione con i rappresentanti nelle istituzioni

2 anni fa Dal Mattino, "Attilio, non andare via, con te abbiamo vinto tutte le elezioni! E ci sono dei bei posti in Ticino per un buen ritiro..."
2 anni fa Attilio Bignasca si trasferisce, "vado all'estero e lascio il coordinamento della Lega"
LUGANO – Chi dopo Attilio Bignasca alla guida della Lega? Tutti e… nessuno. Sarebbe questa l’impostazione per il futuro del Movimento di via Monte Boglia.

Dopo gli anni di presidenza del fondatore Giuliano Bignasca, alla sua morte è divenuto coordinatore il fratello Attilio, ora desideroso di lasciare. E quindi? Si era fatto il nome di Norman Gobbi,  i cui numerosi impegni rendevano difficile prendere il timone.

La Lega ha recentemente sistemato la parte comunicativa incaricando Andrea Censi, che sarà supportato da chi rappresenta il partito sul campo, ovvero Pantani e Quadri a livello federale e il capogruppo Caverzasio a quello ticinese (stando a liberatv.ch).

Mentre nessuno avrà le redini, bensì ci sarà una gestione collegiale, con le decisioni importanti che saranno prese da una sorta di direzione allargata. Briglie sciolte, ovvero una libertà abbastanza ampia, per le sezioni sul territorio.

Insomma, comandano tutti e non comanda nessuno, anche se poi è ovvio che i volti più noti avranno il loro peso.
Potrebbe interessarti anche
Tags
lega
via
boglia
via monte
monte boglia
via monte boglia
attilio
monte
futuro
movimento
© 2019 , All rights reserved