Politica
07.10.2019 - 18:160

Il rapper che canta ai giovani di votare. "Il mondo sta cambiando in peggio. Politici, svegliatevi!"

Nella sua 'Tocca a noi', il 23enne Max Di Paolo invita i coetanei ad andare alle urne. "Se non lo fanno, non portano idee nuove, che sono diverse da quelle dei 'grandi' e vanno ascolte. Il voto è importantissimo, eccezionale"

BELLINZONA – “Il mondo in peggio sta cambiando, e questo lo stiamo ignorando”, canta Max Di Paolo. “I problemi da troppo tempo sono ingenti, lo sappiamo ma facciamo finta di non vederli, loro lo sanno ma non ne parlano, pensiamo che il nostro voto non valga niente, ma non è così. Giovani, votate, pensate, valutate, siete voi il vostro cambiamento”.

La sua canzone rap, ‘Tocca a noi’, è rivolta ai giovani, è un urlo di dolore ma assieme di speranza. Di Paolo ha 23 anni, anche lui aveva partecipato a XFactor senza successo. Il suo brano è stato ripreso dal ForumAlternativo, che lo ha intervistato per capire come mai un giovane intoni una canzone per chiedere ai coetanei di andare alle urne. 

“La politica non è tutta schifo”, dichiara. “Se i giovani non votano non danno idee nuove. Il voto è importantissimo, eccezionale, ti dà l’opportunità di scegliere. Le idee dei giovani sono totalmente diverse da quelle dei ‘grandi’, dobbiamo ascoltarli. Dovremmo capire come scambiarci le idee più spesso e votare è la cosa migliore. Giovani, informatevi, in modo da capire veramente cosa abbiamo veramente attorno, interessatevi del cambiamento per viverlo nel migliore dei modi. Con applicazioni, andate a individuare chi è più simile a voi come idee”.

Su cosa dire ai politici, non ha dubbi: “Svegliatevi: attorno a noi c’è tanta negatività. Guardate i giovani, capite le loro esigenze”. A suo avviso, non creano qualcosa che interessi ai giovani, facendo sì che essi non vadano alle urne. Lui stesso per un periodo non ha votato, si sentiva schiacciato da ciò che gli stava attorno e non era invogliato a dire la sua. “Adesso so che votare è per il bene mio e degli altri, per il nostro futuro”. 

La violenza sulle donne è per Di Paolo, che ha partecipato alla manifestazione sul clima di Lugano e si è emozionato vedendo l’azione di Greta Thunberg, una delle cose più brutte che esistono: “Noi siamo nati dalle donne, e solamente a pensare a questo ti viene in mente ‘come fai?’. Chi fa violenza, anche con la battutina dovrebbe avere più sensibilità e rispetto”. Anche la parità salariale è uno dei temi da affrontare in fretta.

Ma per tutto, serve votare.

Potrebbe interessarti anche
Tags
paolo
svegliatevi
idee
politici
mondo
giovani
voto
urne
idee nuove
max
© 2019 , All rights reserved