Politica
06.12.2019 - 09:000
Aggiornamento : 10:06

Modenini: "Le retribuzioni al di sopra del salario minimo potrebbero livellarsi: e in quella fascia ci sono i residenti"

Il direttore di AITI: "La verifica dell’impatto a ogni forchetta, afferma che è opportuna. Si allungano i tempi? Forse sì, ma in un Paese serio si devono fare le cose seriamente”.

BELLINZONA – Il salario minimo solitamente abbassa la media dei salari, e in Ticino lo farà ai danni dei residenti. Per contro, la valutazione sugli impatti sull’economia va fatta, pur allungando i tempi. Stefano Modenini, direttore di AITI, dice la sua sulla questione più dibattuta, su Opione Liberale, affermando che non esiste una ricetta magica.


“Noi abbiamo sempre reso attenti i diversi attori politici sui pericoli di un’applicazione sbagliata del salario minimo e i dati di fatto non possono essere smentiti. I beneficiari, buon per loro, non saranno a maggioranza lavoratrici e lavoratori residenti bensì persone che vivono all’estero. L’equivoco di fondo nasce dal fatto che il salario minimo è un limite al di sotto del quale non si può andare, ma il salario di per sé è niente altro che la remunerazione della prestazione professionale della persona in base a tutta una serie di fattori (competenze, esperienza, eccetera). Se i premi di cassa malati aumentano, la risposta non sta nell’aumentare necessariamente i salari bensì piuttosto nel ridurre i costi sanitari e della salute. Insomma, si carica il salario di responsabilità che non sono sue. Se gli affitti aumentano è colpa delle aziende che impiegano le persone? Evidentemente no”, spiega.


“Non è una regola generale, ma negli ultimi anni la commissione tripartita ha osservato che in un settore dove è stato fissato un salario minimo obbligatorio in un contratto normale di lavoro, le retribuzioni al di sopra del salario minimo negli anni successivi si sono livellate. E in questa fascia occorre dire che si collocano la grande parte delle lavoratrici e dei lavoratori residenti. Temiamo che con la generalizzazione del salario minimo questo fenomeno si ripeterà”, aggiunge.


E sulla verifica dell’impatto a ogni forchetta, afferma che “è opportuna. Si allungano i tempi? Forse sì, ma in un Paese serio si devono fare le cose seriamente”.

© 2020 , All rights reserved