Politica
13.01.2020 - 15:030

Per Poggi, per l'area rosso-verde siamo già al de profundis. "Righini ha subodorato la cosa. Gysin e Marina ora son piazzate..."

L'ex deputato ha una visione decisamente negativa del futuro dell'area protagonista alle elezioni. "Per me alle prossime sarà il centro destra a prendersi qualche importante rivincita"

BELLINZONA – Per Donatello Poggi, l’onda rosso-verde è già finita. Lo scrive in un’opinione pubblicata oggi dal Corriere del Ticino. 

“Dev’essere che il successo alle passate elezioni nazionali ha dato parecchio alla testa al fronte rosso-verde qui da noi, ma attenzione perché in aprile potrebbe già essere evaporata tutta quell’euforia che sembrano aver scatenato quelle 55 (?) schede in più dell’avversario politico. L’attuale presidente del PS Igor Righini, che non è stupido, pare abbia già subodorato la cosa preferendo «chiudere in bellezza» prima che...”, scrive.

I segnali per Poggi sono le liste separate in diversi Comuni e la difficoltà a raccogliere le firme per i referendum sull’aeroporto (poi ottenute in extremis ed anche numerose) e sulla riforma fiscale (risultato invece opposto). 

“La mia modesta impressione è che alle prossime elezioni comunali il cosiddetto fronte rosso-verde verrà ridimensionato parecchio e, al contrario, sarà il centro destra a prendersi qualche importante rivincita. La Gysin è piazzata, la Marina pure ma, lo ripeto, in sostanza a Berna per noi non cambierà nulla”, prosegue.

© 2020 , All rights reserved