Politica
07.04.2020 - 17:380

Johnson in terapia intensiva, Dadò: "Mai fare i bulli ma essere umili".

Il presidente del PPD commenta la vicenda del premier inglese, che optava per l'immunità di gregge: "È ricoverato al pari di molti altri essere normali, questo virus è democratico al 100% e non guarda in faccia a nessuno"

LONDRA – Boris Johnson è in terapia intensiva in un ospedale di Londra. Le sue condizioni, hanno fatto sapere da Downing Street, sarebbero stabili dopo il peggioramento dei giorni scorsi. Il suo stato non richiede ventilazione meccanica, né sostegno respiratorio non invasivo”.

Il premier inglese è stato preso di mira da qualcuno perché aveva optato per l’immunità di gregge, dicendo ai suoi cittadini di mettere in conto di perdere dei cari.

La sua vicenda è stata commentata sui social da Fiorenzo Dadò, che vi vede un avvertimento. "Questo virus non guarda in faccia a nessuno ed è toccata anche a colui che dichiarava: “Molte famiglie perderanno i loro cari ma noi non faremo nulla”

Questa era la linea scelta da Boris Johnson fino l’altro ieri:  avanti diritti come se niente fosse. 

Mentre tutti correvano ai ripari e prendevano misure drastiche, Londra sfidava la sorte e se ne lavava le mani. Anzi, peggio ancora. Consigliava beffardamente di combattere il covid 19 con l’acqua e sapone. 

Niente chiusure, niente emergenze: l’ Inghilterra doveva continuare ad abbuffarsi nel business più sfrenato, come se niente di veramente grave stesse succedendo.

Boris Johnson oggi è ricoverato in terapia intensiva. Al pari di molti altri esseri normali. Questo virus è democratico al 100% e non guarda in faccia a nessuno.

Gli auguriamo ovviamente ogni bene. Tutti devono guarire e stare bene. Ma che (ci)sia d’insegnamento.

In gergo romagnolo, concedetemelo, si direbbe: L’ora de quajon la vén per tôt. (L’ora del co-----e viene per tutti) 

Mai fare i bulli ma essere umili. La ruota gira. Per i piccoli e per i grandi".

© 2020 , All rights reserved