Politica
12.05.2020 - 14:070

Dimezzare le indennità per la seduta straordinaria sul Covid? Dei ticinesi, solo Marchesi dice sì

La proposta è arrivata dal democentrista Reinmann, come solidarietà per i cittadini ma è stata bocciata con 49 sì, 126 no e 13 astenuti. Gli altri deputati del nostro Cantone (Quadri assente) hanno detto no

BERNA – Diminuire della metà le indennità dei deputati che hanno partecipato alla sessione straordinaria dedicata al Covid 19, in segno di solidarietà verso i cittadini? Un’idea che non è piaciuta alla maggioranza del Consiglio Nazionale, che ha detto no con 126 voti contrari, 49 sì e 13 astenuti.

L’aveva proposto il democentrista Lucas Reinmann.

Per quanto concerne i ticinesi, a dire sì è stato solo il collega di partito Piero Marchesi.
Col leghista Lorenzo Quadri assente, i popolari democratici Regazzi e Romano, i liberali Farinelli e Cattaneo, il socialista Storni e la Verde Gysin hanno votato contro.

Il voto non ha riguardato gli Stati, per cui non ci sono i voti di Carobbio e Chiesa.

© 2020 , All rights reserved