Politica
24.05.2020 - 17:000

Mendrisio teme per il reparto di neonatologia e ostetricia. "Per andare a Lugano c'è traffico, ci avete pensato?"

La consigliera comunale di Lega e UDC Simona Rossini ha interrogato il Municipio, chiedendo cosa sa e se è pronto a difendere i reparti, mentre i deputati in Gran Consiglio momò del PPD chiederanno rassicurazioni discutendo dei conti dell'EOC

MENDRISIO – L’ospedale di Mendrisio potrebbe perdere il reparto di neonatologia e ostetricia e del pronto soccorso di pediatria dell’OBV di Mendrisio. E il Mendrisiotto è preoccupato: dopo che i servizi sono stati spostati momentaneamente a causa del Covid a Lugano, si potrebbe decidere di non riportarli più al Beata Vergine.

I deputati popolari democratici momò sono vigili sulla situazione. “Come deputati PPD del Mendrisiotto siamo da sempre in prima linea, accanto alle colleghe e colleghi di altri gruppi, per la salvaguardia dell’offerta sanitaria presso l’OBV di Mendrisio. Pensiamo da ultimo all’emendamento approvato dal Gran Consiglio per l’aumento dei posti letto presso l’unico ospedale del distretto”, fanno sapere Giorgio Fonio, Maurizio Agustoni e Luca Pagani. 

“Le notizie circa un possibile smantellamento della maternità all’OBV suscitano comprensibilmente preoccupazione e incredulità. Siamo convinti che né l’EOC, né tanto meno il Consiglio di Stato potrebbero seriamente considerare una simile decisione”. Non hanno intenzione di restare a guardare: “In questo senso, durante il prossimo dibattito parlamentare sui conti dell’EOC, previsto per dopodomani, chiederemo al Consiglio di Stato rassicurazioni in proposito. Confidiamo in una risposta che fughi ogni dubbio e, anzi, ribadisca senza esitazioni la presenza di una maternità nel Mendrisiotto”.

Preoccupata, si è mossa con un’interrogazione al Municipio di Mendrisio anche la consigliera comunale di Lega e UDC Simona Rossini, parlando di una riunione decisiva in programma per domani. “Sembra che anche il personale stia aspettando notizie in merito a dove riprenderà servizio in futuro. Se questa notizia dovesse essere confermata rappresenterebbe per la nostra Città, per la popolazione e per il Mendrisiotto la perdita di un servizio ospedaliero e sanitario di grande importanza e per il quale negli anni passati si era già lottato anche con la raccolta di 12’000 firme. Togliere questo reparto e le cure di pronto soccorso pediatrico significa impedire alla popolazione di accedere facilmente e velocemente alle cure necessarie”, scrive, chiedendo:

“- Il Municipio è al corrente dell’ipotesi di chiudere il reparto citato e il pronto soccorso di pediatria?

- Come ha reagito il Municipio, se a conoscenza, delle probabili chiusure?

- Il Municipio ha valutato quali rischi si corrono senza questi reparti vista anche la difficoltà dovuta al traffico nel raggiungere Lugano?

- Il Municipio difenderà il nostro ospedale? 

- Il Municipio intende intervenire per salvaguardare tutti i servizi indispensabili per garantire la salute della sua popolazione?"

© 2020 , All rights reserved