TIPRESS
Politica
20.06.2020 - 16:350

"Misure di prevenzione per chi fa canyoning e sport rischiosi"

Raoul Ghisletta, Carlo Lepori e Fabrizio Sirica chiedono al Governo di introdurre "misure di prevenzione per chi fa canyoning e sport rischiosi nel nostro Cantone"

BELLINZONA –  "Il canyoning, o torrentismo, è una nuova disciplina sportiva che prevede la discesa a piedi di tratti di corsi d'acqua montani, gli ostacoli del percorso sono scivoli naturali, pozze, cascate che vengono superati con l'ausilio di corde o effettuando tuffi, scivolate o passaggi di arrampicata in discesa”. Inizia così la mozione che i deputati socialisti Raoul Ghisletta, Carlo Lepori e Fabrizio Sirica hanno inoltrato al Consiglio di Stato chiedendo misure di prevenzione per chi fa canyoning e sport rischiosi.

“In Ticino – scrivono citando il sito di Ticino.ch – è possibile praticare il torrentismo in vari siti sparsi in tutta la regione, se quello che cercate è l'avventura e l'adrenalina lasciatevi trasportare dalle onde dei nostri fiumi. Il canyoning non è uno sport individuale ma di gruppo e per praticarlo è necessaria una buona attrezzatura; infatti i pericoli non sono da sottovalutare e per questo vi consigliamo di rivolgervi a Club sportivi organizzati. Le guide alpine che vi accompagneranno, grazie alla loro preparazione tecnica e alla conoscenza dei percorsi, vi garantiranno la massima sicurezza”.

“In Ticino nel corso dell’anno passano tra i ventimila e i trentamila canyonisti e da metà maggio a fine ottobre vi sono in media 300 persone al giorno nei torrenti. -secondo La Regione del 16.7.19. Il maggiore rischio è rappresentato dalle società estere provenienti da Ue/Aels, che in base alle nuove normative possono operare come indipendenti per 90 giorni. Il problema è che non conoscono il territorio e i relativi pericoli”.

Con la presente mozione “chiediamo al Consiglio di Stato di preparare una base legale che imponga alle persone che fanno canyoning e altri sport rischiosi in Ticino l’ottenimento di un certificato cantonale di formazione in materia di sicurezza o in alternativa di essere accompagnate da una guida formata riconosciuta dal Cantone”.

© 2020 , All rights reserved