Politica
15.07.2020 - 17:550

"La politica sta diventando sempre più uno show!" Generazione Giovani PPD all'attacco della GISO. "Strumentalizzato il dramma di Isone"

Ai giovani popolari democratici non è piaciuta la presa di posizione dei 'coetanei' socialisti. "Siamo profondamente delusi: invece che chiudere in un rispettoso cordoglio, hanno screditato l'esercito e il corpo scelto dei granatieri"

LUMINO - Scontro fra sezioni giovanili dei partiti ticinesi. La GISO aveva attaccato il sistema di milizia dell'esercito svizzero dopo il dramma di Isone, oggi Generazione Giovani PPD attacca... la GISO. "Meglio un silenzio sensato che parole senza senso", inizia. Non è andato giù infatti che i giovani socialisti abbiano usato il momento della morte di un 21enne per esprimere la loro opinione sull'esercito.

"Il Comitato di Generazione Giovani PPD, a nome del movimento giovanile, esprime il proprio cordoglio e la propria vicinanza alla famiglia del milite che ieri ha perso la vita durante un esercizio presso la caserma di Isone", si legge nella nota firmata dal presidente Baggi e dal suo vice Monticelli.

"Tuttavia anche in un dramma del genere abbiamo assistito a quanto la politica ticinese stia sempre più diventando uno show dove non è importante cosa si dice, ma quanto forte e spesso lo si faccia", proseguono i due. "Non possiamo tollerare che simili tragedie vengano utilizzate e strumentalizzate per mera propaganda elettorale. Siamo dunque profondamente delusi dalla presa di posizione della Gioventù Socialista che, al posto di chiudersi in un rispettoso cordoglio, si è gettata all'attacco con un comunicato screditando l'esercito e il corpo scelto (composto da volontari) dei granatieri".

"Si può dunque essere di opinioni contrastanti, ma riteniamo che ci sono altre occasioni per portare avanti le idee della sinistra per una Svizzera senza esercito", concludono i giovani popolari democratici. 

© 2020 , All rights reserved