Politica
11.11.2020 - 20:160
Aggiornamento : 16.11.2020 - 16:04

Gobbi nel mirino per il fuorionda sugli italiani. Il consigliere regionale lombardo Astuti: "Si scusi!". Ma la versione completa è un'altra

Durante una diretta su TeleTicino il presidente del Governo si è lasciato scappare una frase apparentemente offensiva nei confronti degli italiani: “Che c***o me ne frega a me”

LUGANO - La gaffe fuori onda fatta lunedì ai microfoni di TeleTicino dal presidente del Governo Norman Gobbi ha scatenato reazioni politiche oltre confine. Durante la diretta, poco prima di essere intervistato dal conduttore di TicinoNews, Sacha Dalcol, Gobbi si è inavvertitamente lasciato scappare una frase offensiva nei confronti degli italiani: “Dai taglian che c***o me ne frega a me”. Non è ben chiaro il contesto della battuta poco felice, captata dal microfono, ma quel video ha spopolato sui social. Ma la versione completa è "Chiedi agli taglian... che c***o me ne frega a me". Una frase fuori onda che il ministro ha pronunciato rispondendo a una domanda di un altro giornalista.

Il consigliere regionale del Partito Democratico, Samuele Astuti, ha attaccato il ministro ticinese, come riposta Varese News: "Alla luce di quello sfortunato fuori onda invitiamo il presidente a prendere le distanze dalle sue stesse parole e a scusarsi con gli italiani, soprattutto i frontalieri, che ogni giorno si recano in Svizzera per lavorare, contribuendo alla crescita economica e sociale del paese".

"Inoltre – ha aggiunto – non è tollerabile che chi ha il compito di dirigere il Dipartimento delle Istituzioni e, di conseguenza, la polizia cantonale, contribuisca ad instaurare un clima di insofferenza nei confronti dei nostri connazionali. Norman Gobbi si scusi e mostri rispetto quando parla degli italiani".

 

© 2020 , All rights reserved