Risultati
27.11.2019
Champions UEFA
Zenit Saint Petersburg
 2 - 0 
fine
1-0
Lyon
Valencia
 2 - 2 
fine
1-1
Chelsea
Liverpool
 1 - 1 
fine
0-1
Napoli
Genk
 1 - 4 
fine
0-2
Red Bull Salzburg
Barcelona
 3 - 1 
fine
2-0
Borussia Dortmund
Slavia Praha
 1 - 3 
fine
1-1
Inter
Rb Leipzig
 2 - 2 
fine
0-1
Benfica
Lille
 0 - 2 
fine
0-1
Ajax
 
08.12.2019
Super League
Basilea
 4 - 0 
fine
2-0
Sion
Thun
 1 - 4 
fine
0-2
S.Gallo
Zurigo
 0 - 5 
fine
0-2
Servette
Challenge League
Losanna
 0 - 2 
fine
0-0
Vaduz
Winterthur
 1 - 2 
fine
1-0
FC Stade Ls Ouchy
Serie A
Lecce
 2 - 2 
fine
0-2
Genoa
SPAL
 0 - 1 
fine
0-0
Brescia
Torino
 2 - 1 
fine
1-0
Fiorentina
Sassuolo
 2 - 2 
fine
2-0
Cagliari
Sampdoria
 0 - 1 
fine
0-1
Parma
Bologna
 2 - 3 
fine
1-2
Milan
 
10.12.2019
Champions UEFA
Napoli
  
18:55
Genk
Red Bull Salzburg
  
18:55
Liverpool
Borussia Dortmund
  
21:00
Slavia Praha
Inter
  
21:00
Barcelona
Benfica
  
21:00
Zenit Saint Petersburg
Lyon
  
21:00
Rb Leipzig
Chelsea
  
21:00
Lille
Ajax
  
21:00
Valencia
 
13.12.2019
Challenge League
Grasshopper
  
20:00
Losanna
 
14.12.2019
Super League
Servette
  
19:00
Thun
S.Gallo
  
19:00
Zurigo
Serie A
Brescia
  
15:00
Lecce
Napoli
  
18:00
Parma
Genoa
  
20:45
Sampdoria
 
ULTIME NOTIZIE Sport
Sport
16.01.2018 - 11:270
Aggiornamento : 19.06.2018 - 15:43

"Tifosi del Lugano? Alla Valascia c'era una sola persona che si potrebbe affiancare a noi ma assolutamente innocua"

J.J. Aeschlimann replica ai tifosi e alla società dell'Ambrì che, senza mezzi termini i primi, velatamente la seconda, ritenevano che fans luganesi fossero coinvolti nei disordini avvenuti domenica. "La Polizia peraltro gli ha parlato". Anche il Losanna si distanzia da quanto successo

AMBRÌ – Continua a far discutere il folle pomeriggio vissuto alla Valascia. Al di là della partita, che i leventinesi hanno perso sul ghiaccio, doveva essere una bella giornata di sport per molti bambini, e fa male leggere testimonianze di ragazzini che volevano andare in pista “a cantare per l’Ambrì” ma ora non tornerebbero sugli spalti per paura.

La società ha mostrato il pugno duro, condannando, come prevedibile, quanto accaduto, aggiungendo elementi: prima di tutto, la tirata d’orecchio ai suoi tifosi, che sono caduti nella trappola della provocazione. Diversi fans biancoblu, sapendo del gemellaggio del Losanna col Lugano, si erano detti convinti che gli ultrà bianconeri avessero partecipato ai disordini. La società ha parlato di disordini premeditati ad opera di un gruppo di facinorosi provenienti da Losanna, dalla Germania e dal Ticino.

Gli ultrà avevano ragione, dunque? Interpellato da La Regione, J.J. Aeschlimann nega. “A quanto ci è stato riferito, alla pista c’era solo una persona (studente a Losanna) che si potrebbe affiancare al Lugano, ma ritenuta assolutamente innocua. Presenza, la sua, che peraltro è stata pure rilevata dalla polizia, che ha pure lei parlato di un unico tifoso riconducibile al Lugano”.

Intanto anche il Losanna ha preso posizione su quanto accaduto. “Il club distanza dal comportamento violento e inappropriato” dei suoi supporter, responsabili degli scontri di ieri alla Valascia. I valori dello sport a cui aderisce il club sono totalmente opposti a quanto accaduto. La violenza non è ammissibile né al’interno né all’esterno delle piste. Non esiteremo a prendere provvedimenti contro chiunque utilizzi lo sport come trampolino per promuovere la violenza“, scrive la società, assicurando di fare tutto il possibile per aiutare a identificare i responsabili del caos.

Potrebbe interessarti anche
Tags
losanna
lugano
società
valascia
tifosi
potrebbe affiancare
disordini
assolutamente innocua
sport
persona
© 2019 , All rights reserved