Sport
26.09.2019 - 11:530

Un nuovo terreno da gioco? Tu paghi, io ti dò lo stadio in gestione. E risparmio

Si va verso un'innovativa convenzione, definita win-win, fra l'FC Chiasso e il Comune per la gestione del Riva IV: la società rossoblu non pagherebbe più l'affitto e riceverebbe un finanziamento. Ma chi ci guadagna?

CHIASSO – Da una parte, le assillanti richieste della Swiss Football League che vuole sempre di più, dall’altra un Comune che ha trovato la soluzione per non accollarsi più i debiti generati da un impianto sportivo, pur mantenendo la possibilità di utilizzarlo. E in mezzo, una società che vuole creare un polo di aggregazione, e mostra così, nonostante le difficoltà attuali sul piano sportivo, di voler puntare in alto anche per il futuro. 

Questa è la storia di una convenzione win-win, come la chiamano i protagonisti. L’FC Chiasso potrebbe avere in gestione il cinquantenne stadio Riva IV per 15 anni, risparmiando dunque l’affitto (80mila franchi annui, l’anno scorso c’erano stati alcuni problemi coi pagamenti) e ricevendo addirittura un finanziamento dal Comune di 150mila franchi. Però se ci dovessero essere investimenti diversi dalla manutenzione, dovrà accollarseli.

Come per esempio i rifacimento dell’intero manto erboso, per la Swiss Football League non più conforme. E si pensa al sintetico, che costa ma garantisce un utilizzo di ore più importante.

È proprio da qui che è partita l’idea: il Comune, che si accollava ogni anno diverse centinaia di migliaia di franchi di deficit, non può pagare il nuovo prato. Dunque, tocca al Chiasso, se vuole continuare a giocare tra i professionisti. Un’idea innovativa, anche se a prima vista, a guadagnarci è decisamente il Comune, che avrà ancora l’usufrutto della pista di atletica ed ha tenuto l’impianto fotovoltaico fuori dalla convenzione.

Il tutto dovrà avere il via libera del Consiglio Comunale.

SPORT: Risultati e classifiche

© 2020 , All rights reserved