SEPPI A. (ITA)
0
Wawrinka S. (SUI)
0
1 set
(5-4)
SEPPI A. (ITA)
0 - 0
1 set
5-4
Wawrinka S. (SUI)
5-4
ATP-S
AUSTRALIAN OPEN
Winner plays Isner.
Ultimo aggiornamento: 23.01.2020 09:52
SEPPI A. (ITA)
0
Wawrinka S. (SUI)
0
1 set
(5-4)
SEPPI A. (ITA)
0 - 0
1 set
5-4
Wawrinka S. (SUI)
5-4
ATP-S
AUSTRALIAN OPEN
Winner plays Isner.
Ultimo aggiornamento: 23.01.2020 09:52
Il Lugano Femminile a Cornaredo col Manchester City
Risultati
20.01.2020
Serie A
Atalanta
 1 - 2 
fine
1-0
SPAL
 
24.01.2020
Challenge League
Sciaffusa
  
20:00
Losanna
Serie A
Brescia
  
20:45
Milan
 
25.01.2020
Super League
Xamax
  
19:00
Servette
Zurigo
  
19:00
Lucerna
 
18.02.2020
Champions UEFA
Borussia Dortmund
  
21:00
Paris Saint Germain
Atletico Madrid
  
21:00
Liverpool
 
20.02.2020
Europa League
Sporting Cp
  
18:55
Istanbul Basaksehir
GETAFE
  
18:55
Ajax
FC Copenhagen
  
18:55
Celtic
Cfr 1907 Cluj
  
18:55
Sevilla
Club Brugge
  
18:55
Manchester Utd
Ludogorets
  
18:55
Inter
Eintracht Frankfurt
  
18:55
Red Bull Salzburg
Shakhtar Donetsk
  
18:55
Benfica
WOLVERHAMPTON
  
21:00
ESPANYOL
Bayer Leverkusen
  
21:00
FC Porto
Apoel
  
21:00
Basilea
Olympiakos Piraeus
  
21:00
Arsenal
AZ ALKMAAR
  
21:00
Lask Linz
VfL WOLFSBURG
  
21:00
Malmo Ff
Roma
  
21:00
GENT
RANGERS
  
21:00
SC Braga
 
ULTIME NOTIZIE Sport
Sport
14.10.2019 - 12:200

Dalla Champions al no alle giocatrici americane. Il sogno del Lugano femminile si sta trasformando in un incubo

La SEM ritiene che le ragazze siano da considerarsi professioniste e debbano dunque avere il permesso B. Le giovani americane erano a Cornaredo con un pass che permetteva loro di coniugare studio e attività sportiva, per la Federazione è amatoriale

LUGANO – Quando hanno partecipato alla Champions League femminile, sono diventate per qualche notte (ahimé, purtroppo nello sport si viene dimenticati ancor più in fretta che nella vita, il che è tutto dire!). Adesso, senza che nessuno alzi la voce, il Lugano Femminile rischia di dover interrompere la stagione e dire addio al loro sogno.

In Europa sono state eliminate nel doppio scontro contro il Manchester City, perdendo sonoramente all’andata e meno al ritorno. Un ricordo che resterà comunque indelebile. Ed ora rischia di finire tutto.

Il motivo? La SEM (Segreteria di Stato della Migrazione) ha deciso di controllare le numerose ragazze statunitensi che militano nella compagine luganese. Sono una quindicina, sono qui da quattro anni con un permesso di studio e attività sportiva: risiedono a Varese e frequentano per lo più un corso di lingue.

Per giocare in serie A e B, serve un permesso di lavoro. Che nessuna di loro ha. E dunque, non sono potute scendere in campo, presumibilmente non potranno farlo a breve. Tanto che parecchie sono già rientrate in patria, mentre altre hanno deciso di giocare con una squadra non professionistica.

Il Lugano, decimato, ha schierato chi restava ed ha perso 8-0 col Lucerna.

Il nodo risiede nel fatto che per la federazione il calcio femminile è amatoriale, mentre per le autorità sono da considerarsi professioniste.

Potrebbe interessarti anche
© 2020 , All rights reserved