Sport
17.01.2020 - 16:430

Sei discipline, due settimane di gare, 5'000 atleti di 50 nazioni: ecco l'UEC Super Cycling European Championships

La gioia del Presidente dell'Union Européenne de Cyclisme Rocco Cattaneo: "Quello che fino a pochi mesi fa poteva sembrare un progetto ambizioso, da oggi è finalmente realtà. Sarà un evento che porterà con sé un'importante ricaduta per chi lo ospita"

MINSK - La prima edizione dell’UEC Super Cycling European Championships diventa realtà. In prima linea per ospitare l’evento che nascerà nel 2021 (dall’1 al 15 agosto) è la città di Minsk (Bielorussia). Oggi proprio nella capitale della Bielorussia si è tenuto un incontro tra i rappresentati UEC e gli enti che dovrebbero essere coinvolti nell’organizzazione, vale a dire la Federazione Ciclistica della Bielorussia, il Comitato Olimpico Nazionale, il Ministero dello Sport e del Turismo, la Città di Minsk e la Regione di Minsk, proprio per valutare i dettagli tecnico organizzativi in vista della sigla ufficiale dell’accordo finale che dovrebbe avvenire nelle prossime settimane.

Il concept dell’ UEC Super Cycling European Championships è quello un evento di grande portata che in due settimane vedrà disputarsi nella città di Minsk e nella Regione di Minsk i campionati europei di sei discipline: Strada (Junior, Under 23 ed Elite), Mountain Bike (Youth, Junior, Under 23, Elite e Master), Pista Elite, BMX Racing (Challenge, Junior, Under 23 ed Elite), BMX Freestyle e Granfondo. 

La delegazione UEC, composta dal Presidente Rocco Cattaneo, dai Vice Presidenti Henrik Jess Jensen ed Alexander Gusyatnikov e dal Segretario Generale Enrico Della Casa ha effettuato inoltre una visita approfondita in quelle che saranno le strutture destinate ad ospitare le varie competizioni.

L’evento, che verrà proposto con le stesse modalità ogni quattro anni, rappresenta indubbiamente un’importante opportunità per la località che lo ospita: in due settimane saranno infatti circa 5000 gli atleti di 50 nazioni che complessivamente parteciperanno alle gare in programma le quali godranno di un’ampia diffusione televisiva, in tutta Europa e non solo, grazie all’accordo tra UEC ed Eurovisione.

Nel corso degli anni la città di Minsk ha ospitato eventi sportivi di grande prestigio a partire da un’edizione dei Campionati del Mondo di ciclismo su pista nel 2013, due prove di Coppa del Mondo di ciclismo sempre su pista (2017/2018 e 2019/2020), un Campionato del Mondo di Hockey (2014), un Campionato Europeo di Pattinaggio Artistico (2019) e uno di Pattinaggio di Velocità (2016) fino ad arrivare alla seconda edizione dei Giochi Europei, evento multisport, che si sono disputati nel mese di giugno 2019.

Rocco Cattaneo, Presidente dell’Union Européenne de Cyclisme: “La creazione dell’UEC Super Cycling European Championships rappresenta una svolta per quanto riguarda l’attività della nostra confederazione. Quello che fino a pochi mesi fa poteva sembrare un progetto ambizioso, da oggi è finalmente realtà. Si tratta di un evento che porta con se un'importante ricaduta in termini di benefici per la città che lo ospita e per il suo territorio. Nel corso di questa visita abbiamo avuto modo di vedere da vicino e di apprezzare lo stato e l’efficienza delle
varie strutture presenti nella città e ci siamo confrontati con una macchina organizzativa professionale e di alto livello che rappresenta una vera e propria garanzia per la prima edizione dell’UEC Super Cycling European Championships. Ringrazio Federazione Ciclistica della Bielorussia con il suo presidente Natallia Tsilinskaya, il Comitato Olimpico Nazionale, il Ministero dello Sport e del Turismo e la Città di Minsk, enti che hanno creduto fin da subito in questo ambizioso progetto, i cui termini contrattuali saranno definiti nelle prossime settimane".

Natallia Tsilinskaya, presidente della Federazione Ciclistica Bielorussa: "E' un grande onore e una grande responsabilità per la Federazione Ciclistica Bielorussa essere candidata per lo svolgimento di un evento sportivo di tale portata. Il ciclismo bielorusso farà un grande passo avanti nello sviluppo di tutte le discipline ciclistiche. Ancora una volta il nostro Paese è pronto a dimostrare la sua professionalità nella preparazione e nello svolgimento degli eventi sportivi più complessi".

© 2020 , All rights reserved