Tribuna
06.09.2016 - 17:040
Aggiornamento : 19.06.2018 - 15:43

Sosteniamo la partecipazione al voto dei giovani

di Carlo Zoppi e cofirmatari

Il Sottoscritto Consigliere Comunale, avvalendosi della facoltà concessa dalla LOC e del Regolamento Comunale, presenta la seguente mozione: A. Il progetto “easyvote” Diversi studi dimostrano come i giovani cittadini in età compresa fra i 18 e i 25 anni partecipino meno alle votazioni e alle elezioni rispetto ai cittadini più attempati. Il tema è stato sollevato per la prima volta dal Parlamento dei giovani di Köniz che ha lanciato nel 2007 un opuscolo di voto informativo specifico rivolto a un pubblico giovane. Questo progetto, ripreso poi nel 2012 dalla Federazione svizzera dei parlamenti dei giovani (FSPG), è stato ribattezzato con il nome di “easyvote” ed ha come scopo quello di informare e mobilitare i giovani in vista delle votazioni e delle elezioni federali e cantonali. L’obiettivo di “easyvote” è quello di fornire ai giovani delle informazioni accessibili, sintetiche e politicamente neutrali. Il progetto “easyvote” si autofinanzia per il 70%. Il restante 30% del finanziamento proviene dai contributi di Confederazione, Cantoni, fondazioni, associazioni e donazioni private. B. Funzionamento del progetto “easyvote” L’opuscolo di voto “easyvote” punta ad informare sugli oggetti in votazione a livello cantonale e nazionale. I testi sono redatti secondo il principio: “Dai giovani per i giovani”, sulla base dei documenti ufficiali. La redazione dei testi “easyvote” si svolge secondo delle tappe prestabilite sull’arco di varie settimane con il contributo di giovani volontari in età compresa tra i 15 ed i 30 anni provenienti dalle varie regioni linguistiche della Svizzera. Gli opuscoli vengono inviati generalmente ai giovani dai 18 ai 25 anni quattro settimane prima dei quattro appuntamenti alle urne previsti annualmente a livello federale. L’opuscolo “easyvote” include anche le spiegazioni riguardanti gli oggetti in votazione a livello cantonale in caso di un appuntamento elettorale che combini temi cantonali e federali. I Comuni che decidono di sottoscrivere un abbonamento con easyvote pagano un prezzo annuale di CHF 6.90 per giovane residente sul proprio territorio con diritto di voto. I Comuni trasmetteranno due volte all’anno gli indirizzi dei giovani dai 18 ai 25 anni residenti nel comune tramite una piattaforma web sicura che garantisce la protezione dei dati. I giovani riceveranno direttamente al loro domicilio il materiale “easyvote” senza doversi annunciare. Nel 2014 i cittadini luganesi aventi diritto di voto dai 18 ai 25 anni erano 3'600 unità. Il costo di un abbonamento per 4 anni per la città di Lugano è stimato sulla base di questi dati a circa 100'000 CHF. Sebbene siano destinate in primo luogo ai giovani, le spiegazioni di “easyvote” vengono generalmente apprezzati e letti dai cittadini di altre generazioni. C. Risultati di “easyvote” Per le votazioni federali del 25 settembre 2016 “easyvote” ha distribuito 85'400 opuscoli di voto in circa 400 Comuni in tutta la Confederazione. In Ticino sono stati distribuiti 3’990 esemplari in 18 Comuni ticinesi che hanno aderito all’iniziativa1. I primi risultati sulla partecipazione alle elezioni nazionali del 2015 sono incoraggianti: nelle città di Lucerna e Zurigo, dove “easyvote” è attivo da diversi anni e combinato con altre misure (dibattiti nelle scuole – Polittalks, programmi di informazione, ecc.), la partecipazione da parte dei minori di 30 anni è cresciuta nel medio/lungo termine rispettivamente del 16,1% e del 2,8%. D. Perché essere a favore di “easyvote”? L’informazione accessibile e politicamente neutrale si è dimostrata particolarmente apprezzata dagli aventi diritto di voto che esercitano per la prima volta i loro diritti politici, come ad esempio i nuovi maggiorenni oppure le persone naturalizzate. La complessità degli oggetti stessi, come pure quella delle spiegazioni contenute nei testi ufficiali, portano infatti molti aventi diritto di voto ad astenersi o a votare scheda vuota. Con l’invio a casa dell’opuscolo “easyvote” si favorisce inoltre la discussione e il confronto fra i membri della famiglia. Easyvote dispone anche di un sito Internet che prevede altre azioni di mobilitazione. Quest’ultimo si rivela una misura fondamentale che permette di raggiungere in particolare quei giovani che non si interessano alla politica e che quindi non si informano attivamente tramite Internet e social media o seguendo i dibattiti televisivi e i media tradizionali concentrati su un target di lettori più maturo. 1 Comuni che al 1° settembre 2016 partecipano a easyvote in Ticino: Locarno, Paradiso, Comano, Cugnasco-Gerra, Sant'Antonio, Savosa, Breggia, Magliaso, Gordola, Mezzovico-Vira, Monteceneri, Cadempino, Monteggio, Quinto, Novazzano, Gravesano, Caslano, Croglio e Sant’ Antonino. E. Conclusione Alla luce di quanto riportato sopra, i firmatari della presente mozione chiedono al legislativo di risolvere nel seguente modo: 1. La mozione è accolta 2. Il Comune di Lugano condivide la necessità di promuovere e sostenere maggiormente l’esercizio del diritto di voto da parte dei giovani 3. Il Comune, tramite il Municipio o chi per esso, aderisce ad “easyvote” e pertanto stipula l’abbonamento per l’invio dell’opuscolo di voto ai giovani residenti nel Comune di Lugano per la durata di almeno 4 anni durante i quali l’effetto sulla partecipazione al voto da parte dei giovani viene valutata. Ringraziando per l’attenzione e la cortese collaborazione porgiamo cordiali saluti. Carlo Zoppi, primo firmatario Nicola Schoenenberger, Giovanni Albertini, Raide Bassi, Luca Cattaneo, Andrea Sanvido
Potrebbe interessarti anche
Tags
easyvote
voto
giovani
comuni
partecipazione
diritto voto
diritto
opuscolo
progetto
comune
© 2019 , All rights reserved