Cronaca
27.11.2015 - 09:130
Aggiornamento : 21.06.2018 - 14:17

Alptransit, un anno nelle mani del Municipio di Camorino...

L'apertura della galleria del Monte Ceneri dipenderà dalle decisione dell'esecutivo del Comune bellinzonese

BELLINZONA - Sarà il Comune di Camorino a decidere se la galleria Alptransit del Monte Ceneri aprirà nel 2020 o nel 2021. In febbraio infatti il DATEC aveva approvato la modifica del progetto relativo all’Edificio della tecnica ferroviaria di Vigana (frazione di Camorino). Una decisione contro la quale si era scagliato mediante un ricorso il Municipio di Camorino. Il Tribunale federale, con sentenza del 20 luglio 2015, aveva giudicato incompleto il progetto pubblicato, poiché considerava unicamente l’edificio e rinviava a una successiva pubblicazione le installazioni di radiocomunicazione. Di conseguenza, aveva accolto il ricorso del Comune, rinviando gli atti al DATEC affinché presentasse il progetto nel suo complesso e in un’unica procedura. Aveva invece dichiarato inammissibili, siccome non motivate, le censure relative all’impatto ambientale e paesaggistico e all’idoneità delle opere di evacuazione delle acque meteoriche, mentre non era entrato nel merito delle lagnanze relative al dimensionamento dell’edificio e dei posteggi. Di mezzo, fra Confederazione e Comune, ci si è messo il Consiglio di Stato, che tramite il Dipartimento del territorio ha cercato una mediazione fra le due parti. «Alla luce degli sviluppi degli ultimi mesi, descritti di seguito, il Consiglio di Stato ritiene che il progetto è stato definito in maniera completa e che non risultano possibili censure oggettive e auspica che il progetto non abbia a subire ritardi che comprometterebbero la messa in esercizio della galleria di base del Monte Ceneri nel dicembre 2020», si legge ora in una presa di posizione dell'esecutivo cantonale. «Vista l’importanza e l’urgenza che la galleria del Monte Ceneri rappresenta per la mobilità e lo sviluppo del Bellinzonese e dell’intero Cantone Ticino, il Consiglio di Stato auspica vivamente che il Municipio di Camorino abbia a valutare favorevolmente il risultato raggiunto e rinunci a un ulteriore contenzioso», afferma ancora il governo. «Diversamente, l’apertura al traffico ferroviario della galleria di base del Monte Ceneri dovrà essere posticipata dal dicembre 2020 sino al cambio orario del dicembre 2021, o anche oltre, sino al prossimo cambio orario utile, a dipendenza della conclusione definitiva dell’eventuale vertenza».
Potrebbe interessarti anche
© 2020 , All rights reserved