Cronaca
05.02.2016 - 18:190
Aggiornamento : 21.06.2018 - 14:17

Qualche prezioso minuto: da Stabio parte una lettera per le FFS

Il PLR di Stabio scrive alle FFS, richiesto un miglioramento per orari, servizi igienici e posteggi

STABIO – Delle piccole modifiche di orario, che permetterebbero un miglioramento del servizio all’utenza. A scrivere alle FFS è la sezione PLR di Stabio, che avanza alcune proposte per migliorare il servizio Tilo. «Il treno che parte alle 6.17 da Stabio arriva in stazione a Mendrisio alle 6.20. Secondo l'attuale griglia oraria, i viaggiatori sono costretti ad attendere le coincidenze della rete Tilo, e meglio il treno delle 6.24 per Chiasso o quello delle 6.36 per Lugano. Anticipando di soli 2 minuti il treno delle 6.17 si giungerebbe in stazione a Mendrisio alle 6.18, in tempo per prendere il treno IR che alle 6.20 parte per Lugano. L'implementazione di tale correzione non risulta di difficile attuazione né tantomeno comporterebbe costi aggiuntivi, ritenuto che il treno delle ore 6.17, prima della sua partenza, si trova – fermo - in stazione a Stabio per più di 10 minuti», si legge nella lettera, firmata dalla presidente sezionale, la granconsigliera Natalia Ferrara Micocci. «Questo lieve accorgimento permetterebbe all'utenza del Tilo che si reca a Lugano con il treno delle 6.17 di risparmiare 15 minuti al giorno, ben un'ora e 15 minuti in una settimana, 5 ore in un mese, 60 ore all’anno, ossia più di una settimana lavorativa. Come questo vi sono altri esempi di coincidenze che, purtroppo, non sono così favorevoli all’utenza». La lettera non si limita alla questione degli orari, affrontando altre due questioni. «La prima concerne il malcontento di numerosi utenti per l’assenza di servizi igienici presso la nuova stazione di Stabio. Anche in questo caso ci rendiamo conto dell’aggravio economico di una simile offerta, ancorché si possa predisporre un servizio igienico a pagamento (come è ad esempio il caso a Chiasso), anche nell’ottica dell’estensione della griglia oraria e dell’affluenza, allorquando la tratta sarà aperta anche sul fronte italiano», si afferma nella lettera. «La seconda riguarda lo spazio adibito a parcheggio, in particolare l’attuale parte sterrata che, vista la sua vastità ben si presterebbe per l’arrivo di bus. Allo stato attuale, le comitive in partenza da Stabio (per trasferte sportive, di associazioni e gruppi come quello della terza età, ecc.) partono dalle Scuole Medie, dove lo spazio è limitato. Vi chiediamo se non vi sarebbe la possibilità di identificare un simile spazio in zona FFS, affinché chi deve partire in bus possa lasciare il proprio veicolo sul piazzale, quanto meno nei giorni festivi».
Potrebbe interessarti anche
© 2020 , All rights reserved