Cronaca
31.03.2016 - 16:580
Aggiornamento : 21.06.2018 - 14:17

Cattaneo, «prudente ma ottimista. Ammiccamenti alla Lega? Ciascuno ha la sua strategia»

Il presidente del PLR, dopo il sondaggio GdP, non si sbilancia ma loda «l'ottimo lavoro svolto da tutti, con passione e serietà. Il ballottaggio? Vedremo»

LUGANO -Prudenza, le schede si conteranno solamente il 10 sera. È il mantra che ripete Rocco Cattaneo, presidente del PLR, nel commentare il sondaggio del Giornale del Popolo che vede il suo partito leggermente sopravanzare la Lega. Ciò che conta, ripete più volte, è il buon lavoro svolto, e i frutti si raccoglieranno. A Lugano sorpasso del PLR sulla Lega, stando al sondaggio GdP. È sorpreso? «Aspetto domenica prossima, lì conteremo tutti i voti. Quello che posso dire è che sento che il partito sta lavorando molto bene. La macchina del PLR da un paio d'anni ha ricominciato a macinare e devo fare un elogio a tutti. È stato fatto un ottimo lavoro a livello comunale, con i nostri consiglieri comunali e i nostro municipali, oltre alle sezioni ed anche i nostro 1'900 candidati, che stanno lavorando sodo. Lo stanno facendo anche il nostro gruppo parlamentare, il nostro Consigliere di Stato Vitta, i nostri rappresentanti a Berna. Raccoglieremo qualche frutto ed anche qualche bella sorpresa a livello comunale, lo sento e sono molto ottimista. Approfitto dell'intervista per dare un incoraggiamento e fare i complimenti a tutti colori che stanno lavorando per noi, con passione e serietà». Eppure a Lugano la campagna elettorale non è così accesa, forse i toni diplomatici della presidente sezionale Viscardi sono paganti? Oppure il PLR a Lugano dovrebbe passare all’attacco? «Ripeto, aspettiamo il 10, è tutto molto discutibile. La sezione di Lugano, con Giovanna e i suoi, stanno facendo un ottimo lavoro, così come i candidati e Bertini in prima linea. Abbiamo una bellissima lista per il Consiglio comunale, siamo il partito con più giovani, con 400 candidati sotto i 36 anni su 1'900, sfido gli altri partiti a fare qualcosa di meglio. Raccoglieremo i frutti a Lugano, siamo allo sprint finale e si deve pensare solo a mobilitare gli elettori, è il lavoro che va fatto negli ultimi giorni senza pensare ad altri». Fra la base liberale però non mancano i mal di pancia per gli “ammiccamenti” con la Lega di alcuni candidati, come Fabio Schnellmann o Karin Valenzano Rossi. Bisognerebbe tenere più le distanze dalla Lega, o questi candidati fanno bene a pescare voti anche fra i leghisti? «Ogni candidato ha la sua strategia e cerca di fare la miglior raccolta di voti personali. Ciascuno cerca di attivare le sue conoscenze e le sue amicizie nel modo migliore possibile». Bertini sembra raccoglierà grandi consensi. Pensa potrebbe esserci un ballottaggio per il sindacato? «Dopo i risultati vedremo, non si esclude. Bertini sta andando bene, sente bene la corsa, ma voglio restare prudente. Prima ci contiamo, poi decidiamo su eventuali ballottaggi, non solo a Lugano. Ci potrebbe provare anche il PPD (come ha detto Angelo Petralli in una nostra intervista, ndr)? Tanti auguri allora... ».
Potrebbe interessarti anche
Tags
lega
candidati
plr
lavoro
cattaneo
ottimo lavoro
ammiccamenti
strategia
presidente
ottimista
© 2019 , All rights reserved