Cronaca
28.07.2017 - 18:000
Aggiornamento : 21.06.2018 - 14:17

Prenotano prima per risparmiare, scelgono ferie più brevi e frequenti, temono meno il terrorismo e si fermano anche nel loro Cantone: identikit del ticinese in vacanza

Gaby Malacrida elegge "Grecia e Spagna come vincitori dell'estate, salgono Cipro, Portogallo e Croazia, ambiti anche i viaggi nell'Europa del Nord. Scendono invece Turchia e Tunisia. Sul fenomeno della Valle Verzasca dico che..."

LUGANO - È piena estate, fra poco il settore edilizio chiuderà, quello scolastico ha ancora un mese abbondante di libertà, e per molti ticinesi è ora di partire per le vacanze. C'è una meta preferita? E come leggere, dal punto di vista turistico, il fenomeno legato alla Verzasca?

Ne abbiamo parlato con la portavoce per il Ticino di Hotelplan Suisse, Gaby Malacrida.

Quali sono le destinazioni più gettonate dai ticinesi durante questa estate?
"Per quanto riguarda i classici soggiorni mare (famiglie, coppie, single) sicuramente le isole della Grecia e la Spagna sono da ritenersi i “veri vincitori dell’estate”. Percentuali in crescita si registrano per Cipro, Portogallo e Croazia, buona anche la richiesta per l’Italia. Per quanto riguarda invece il lungo raggio, vanno bene Thailandia, Indonesia, Oceano Indiano (Maldive, Mauritius e Madagascar). Per gli amanti dei viaggi itineranti ci sono richieste per USA, Canada e Australia, ma si va anche verso il nord: regioni settentrionali della Norvegia, Irlanda, Islanda e Scandinavia. Sempre ottima la richiesta per crociere".

Rispetto allo scorso anno, ci sono mete che sono più o rispettivamente meno richieste?
"Per quanto riguarda un confronto con lo scorso anno, meno ambite sono state Turchia e Tunisia, mentre che il Mar Rosso registra una ripresa delle prenotazioni, grazie forse al fatto che il rapporto qualità/prezzo per queste destinazioni è sempre molto buono".

Quanto tempo stanno via solitamente?
"La scelta di quanto tempo dedicare alle vacanze estive rimane sempre soggettiva. Diciamo che per mete di lungo raggio, a maggior ragione se parliamo di viaggi itineranti come USA, Canada e Australia, il cliente prenota per un minimo di 2 settimane, mentre che per mete più vicine e soggiorni mare, riscontriamo prenotazioni anche per 4 o 5 giorni. Si nota in effetti che, negli ultimi anni, i clienti preferiscono effettuare più vacanze nel corso dell’anno oppure nel corso dell’estate, piuttosto che un singolo viaggio molto lungo".

Optano per un last minute o sono ferie programmate con largo anticipo?
"Quest’anno abbiamo notato che il cliente ha scelto di prenotare con ampio anticipo,rispetto allo scorso anno, dove le prenotazioni sono arrivate più avanti nel corso dei mesi. Probabilmente, la voglia di assicurarsi la vacanza desiderata, un atteggiamento più positivo e la consapevolezza che, prenotando prima, si può beneficiare di numerosi vantaggi ha fatto sì che i clienti abbiamo scelto la propria meta per tempo. Le riduzioni prenota-prima e la possibilità, ad esempio di poter scegliere tra numerose diverse categorie di camere o cabine (per quanto riguarda le navi da crociera) sono un’indubbia fonte di risparmio per il consumatore.

Vengono scelte vacanze low cost o i ticinesi sono disposti a spendere per le ferie?
"Per quanto riguarda il valore medio per le prenotazioni di Hotelplan Suisse (e per valore medio intendiamo dei dati estrapolati dal venduto, diviso per il numero dei passeggeri), registriamo attualmente, per le prenotazioni nei nostri portali online, un valore medio per un soggiorno di 5.4 giorni di CHF 667, mentre per le prenotazioni in agenzia di viaggio, il valore medio – sempre riferito a un soggiorno di 5.4 giorni, sale a CHF 1580.-. Per spiegare questa differenza va evidenziato che online la maggior parte dei clienti prenota anche “solo” singoli servizi (ad esempio il volo, oppure solo l’hotel, oppure solo l’autonoleggio, oppure dei pacchetti di viaggio molto basici). Le prenotazioni in agenzia di viaggio sono, d’abitudine, più complete e includono più servizi, per questo motivo il valore pro capite è più elevato".

La paura del terrorismo c'è? Quali mete vengono evitate oppure sono sconsigliate?
"L’atteggiamento rispetto al terrorismo e alla situazione economica è mutato, riteniamo che il cliente assuma, verso queste due problematiche, un atteggiamento più positivo, consapevole del fatto che il nostro Dipartimento degli Esteri monitora costantemente le situazioni nei paesi più “a rischio” e che, di conseguenza, dovesse aumentare il pericolo, non esiterebbe a porre il veto sulla destinazione. In questo caso Hotelplan Suisse bloccherebbe da subito le vendite per questo paese e, se è il caso, provvederebbe – nell’ottica di un servizio al cliente – a dare la possibilità di rientrare anzitempo. È ovvio però che, mete da sempre molto richieste come, ad esempio, Tunisia, Turchia e Egitto, non rientrano più tra le destinazioni più prenotate da parte dei clienti".

Cosa pensa del caso Verzasca?
"A titolo personale ritengo che il fenomeno che ha toccato recentemente la “Valle Verzasca” sia un fenomeno legato prevalentemente ai social e che, proprio per questo, i grandi numeri di visitatori registrati in questi ultimi fine settimana si esauriranno a breve".

Ci sono ticinesi che scelgono vacanze nel proprio Cantone? Se sì, dove?
"Tenuto conto che il Ticino è anche una bella destinazione per vacanze vi sono numerosi ticinesi che scelgono di trascorrere le ferie estive nel nostro Cantone. Laghi, fiumi e passeggiate in montagna possono soddisfare le esigenze di tutti. Per famiglie e non solo cito solo qualche attrazione che vale davvero la pena di visitare come la Swissminiatur di Melide, il nuovo “Fiore di Pietra” dell’Architetto. Mario Botta in vetta al Generoso ma anche la Falconeria a Locarno. Così facendo, possono, se lo desiderano, partire più avanti (settembre-ottobre) per mete più temperate, regalandosi così un’estate…ancora più lunga. E proprio a dimostrazione che il Ticino è una meta ambita ricordo che Hotelplan Suisse, unico tour operator svizzero sul mercato, offre da sempre ai clienti della Svizzera tedesca e francese anche una ventina di soluzioni alberghiere nel nostro Cantone, sempre molto apprezzate. Anche Interhome, lo specialista in appartamenti e case di vacanza, ha numerose soluzioni per il nostro Cantone, e, attualmente, proprio il Ticino registra un incremento di prenotazioni rispetto allo scorso anno".
 

Potrebbe interessarti anche
Tags
prenotazioni
vacanze
mete
cantone
ferie
valore
clienti
ticinesi
estate
valore medio
© 2019 , All rights reserved