Cronaca
11.01.2018 - 20:500
Aggiornamento 21.06.2018 - 14:17

Bufera nelle ARL: l'ex direttore indagato per amministrazione infedele, mancherebbero più di 150mila franchi

Era andato in pensione ad agosto, dopo essere stato protagonista di veementi attacchi nei confronti del DECS per il trasporto degli allievi delle medie di Pregassona. Il buco è saltato fuori nel corso dell'ultima assemblea, e avrebbe fatto svolgere dei lavori per sé dai dipendenti

1 anno fa ARL e Cantone, tutto chiarito? Macché, si tratta. Dal 3% al 5%, il CCL... i nodi sono ancora parecchi
1 anno fa Dopo la guerra, i tentativi di accordo. ARL e Consiglio di Stato dialogano, vicina una soluzione. "Passi avanti, grazie allo sforzo di entrambe le parti"
1 anno fa Le ARL non hanno più mandato i bus alle medie di Pregassona. "Non posso lamentarmi del servizio, ed è quel che conta"
LUGANO - Notizia clamorosa all'interno delle Autolinee Regionali Luganesi, finite nel mirino della cronaca pochi mesi fa per la querelle col Cantone in merito ai trasporti degli allievi delle scuole medie di Pregassona. In particolare, a scrivere attacchi contro il DECS era stato il direttore, che poi era andato in pensione, e probabilmente, anche se non era stato detto chiaramente, questo aveva facilitato il dialogo fra le parti.

E adesso è finito sotto inchiesta, come riferisce la RSI.

Nel corso dell'ultima assemblea della SA che gestisce l'azienda, un rappresentante del Cantone, proprietario di circa il 40%, ha parlato di ammanchi. Sarebbero attorno ai 150mila franchi. I conti non sono 2017 non sono dunque stati votati, ed è partita la denuncia: l'uomo è accusato di amministrazione infedele.

Addirittura, parrebbe che abbia fatto svolgere ai dipendenti del lavoro per proprio conto.



1 anno fa "Lunedì faremo il nosto lavoro con gli allievi di Pregassona". Le ARL al contrattacco, "Bertoli vergognati, sei tu a non avere rispetto degli allievi"
1 anno fa Il caos prosegue... e fuori dalle scuole medie, più bus che allievi!
1 anno fa Sulla guerra dei bus Bang si scaglia contro la Lega. "Basta tenere il piede in due scarpe e inveire contro Bertoli. Il CCl obbligatorio è una misura a favore della dignità dei lavoratori"
Potrebbe interessarti anche
Tags
amministrazione
franchi
direttore
amministrazione infedele
150mila franchi
© 2018 , All rights reserved