Cronaca
29.03.2018 - 11:360
Aggiornamento : 21.06.2018 - 14:17

Aggressione shock a un agente durante un controllo: un uomo lo minaccia con un coltello da caccia. Nell'inseguimento, parte anche uno sparo di avvertimento

Il tutto è partito nel corso di un controllo stradale nella notte fra sabato e domenica. Un 45enne svizzero domiciliato nel Luganese ha tentato di ferire l'agente, e dopo essere stato arrestato, è accusato di tentato omicidio intenzionale, subordinatamente tentate lesioni gravi, e non solo

RIAZZINO - Il Ministero pubblico, la Polizia cantonale e la Polizia Città di Locarno informano che nel corso di un controllo della circolazione stradale, il 25.03.2018 a Riazzino, un cittadino svizzero di 45 anni, domiciliato a Lugano, ha tentato di aggredire un agente di polizia con un coltello da caccia e minacciato altri agenti, prima di darsi alla fuga.

Grazie all'intervento congiunto di agenti della polizia cantonale, comunale e dei trasporti, la persona è stata infine fermata e arrestata. Durante la complessa operazione, un agente ha anche fatto ricorso ad uno sparo d'avvertimento.

Le ipotesi di reato nei confronti dell'uomo arrestato sono di tentato omicidio intenzionale, subordinatamente tentate lesioni gravi, violenza o minaccia contro le autorità e i funzionari, impedimento di atti dell'autorità, guida in stato di inattitudine e infrazione alla Legge federale sulle armi.

L'inchiesta è coordinata dalla Procuratrice pubblica Margherita Lanzillo.
© 2020 , All rights reserved