Cronaca
04.06.2018 - 14:150
Aggiornamento : 19.06.2018 - 15:51

La conclusione peggiore. L'escursionista è stato trovato morto

Il primo giugno il 51enne residente in Vallemaggia si è recato per un'escursione in Val Bavona, zona alpe Bedù, senza far ritorno a casa. Sono scattate le ricerche, è stato ritrovato il bastone che usava ed oggi purtroppo il suo corpo senza vita. La causa della morte sarebbe appunto un caduta

1 anno fa Ancora una volta, no! Di nuovo una persona dispersa: un escursionista non è più tornato a casa. Rega, Polizia e Soccorso Alpino mobilitati in Val Bavona
CAVERGNO - L'escursionista 51enne che il primo giugno si era recato per un'escursione in Val Bavona è morto.

Le ricerche purtroppo hanno avuto la conclusione peggiore, col ritrovamento del cadavere dell'uomo che si era recato in zona alpe Bedù senza fare ritorno. Da qui era scattato l'allarme dei famigliari, e alle ricerche hanno partecipato agenti della Polizia cantonale, uomini del Sas e i soccorritori della Rega. La zona era impervia, si sapeva, e quando è stato trovato il bastone che utilizzava abitualmente la paura è cresciuta.

Sino al tragico ritrovamento del corpo dell'uomo, residente in Vallemaggia.

Stando ad una prima ricostruzione, è rimasto vittima di una caduta ad un'altitudine di circa 800 metri per cause che l'inchiesta di polizia dovrà stabilire.
Potrebbe interessarti anche
Tags
conclusione peggiore
zona
escursionista
ricerche
conclusione
stato trovato
morto
© 2019 , All rights reserved