Cronaca
22.06.2018 - 16:290

Accusato di violenza carnale e coazione sessuale: il funzionario del DSS ricorre al TRAM

L'uomo contesta integralmente le accuse ipotizzate dalla procura, secondo la quale, nei primi anni Duemila, avrebbe abusato di due minorenni

BELLINZONA – Il funzionario del Dipartimento sanità e socialità accusato di violenza carnale e coazione sessuale, sospeso (con stipendio) dal Consiglio di Stato agli inizi di giugno a seguito dell'inchiesta avviata dal Ministero pubblico, ha inoltrato ricorso al Tribunale cantonale amministrativo (TRAM).

L'uomo – riferisce la RSI – contesta integralmente le accuse ipotizzate dalla procura, secondo la quale, nei primi anni Duemila, abusò di due minorenni.

L'inchiesta, lo ricordiamo, è partita grazie alla segnalazione di una delle due presunte vittime, minorenne, appunto, all'epoca dei fatti.

Il funzionario del DSS è difeso dall’avvocato Niccolò Giovanettina. 
© 2020 , All rights reserved