Cronaca
03.10.2018 - 14:020

La torretta, il 'piagnina', i tempi biblici e il contatto con un altro comune: Finzi Pasca-LAC, il seguito

Zanini Barzaghi vedrebbe nella torretta della funicolare degli Angioli una buona possibilità per gli uffici della Compagnia. E non mancano polemiche e ironia

LUGANO – Mettere tutti d’accordo, si sa, è quasi impossibile, di qualsiasi tema si parli. È infuocata in questi giorni la polemica fra Daniele Finzi Pasca, alla ricerca di nuovi spazi per la sua compagnia (e, non tanto fra le righe, un ruolo di maggiore importanza nelle decisioni riguardanti il LAC) e il LAC stesso, con Roberto Badaracco a stigmatizzare i toni e Rifici, tramite il nostro portale, a rimandare al mittente le accuse di dovere il posto all’artista.

Forse, una soluzione c’è. “Non vorrei scavalcare i miei colleghi di Municipio, ma la soluzione della torretta della funicolare è fattibile e interessante”, ha detto al Corriere del Ticino la Municipale Cristina Zanini Barzaghi, responsabile del Dicastero immobili. Si parla della torretta della funicolare degli Angioli. “Io credo che questa possa essere una buona soluzione per permettere alla compagnia di avere un luogo di rappresentanza vicino al LAC. Tra l’altro un progetto di valorizzazione della torretta c’è già e, oltre agli uffici, è emersa la possibilità anche di realizzar e un belvedere. Volendo la torretta potrebbe anche essere collegata all'edificio del LAC e alla Sala 4”.

Il progetto di riqualifica in corso non dovrebbe assolutamente essere un problema, aggiunge. “Direi di no anche perché, semplicemente, chi effettuerà lo studio dovrà tener conto della possibilità che la torretta venga affidata a Finzi Pasca”.

Ma, ovviamente, le polemiche non mancano. “Quindi funziona così a Lugano? Si fa un po' il "piangina" e si ottiene tutto?", scrive il democentrista Alain Bühler.

Giovanni Albertini, del PPD, da tempo si preoccupa della riqualifica della scalinata degli Angioli. E aveva proposto anche il mosaico di Pecoraro, bocciato dalla città, e ora dice la sua. “Il Municipio di Lugano ha licenziato un messaggio per uno studio di valorizzazione del compartimento della funicolare Degli Angioli (325’000.-) Ora esterna che nel Castelletto a metà scalinata vorrebbe mettere gli uffici di Finzi Pasca.., a me sembrano tutti un po’ confusi!. Pensate inoltre che tra concorso, messaggio e voto in CC passeremo ancora almeno altri 10 anni con la situazione attuale!”… insomma, un po’ troppo in là, per Finzi Pasca.

Che sempre stando al Corriere, avrebbe avuto contatti con un Comune alla periferia di Lugano, da cui si sarebbe visto offrire uno spazio per gli uffici. Dopotutto, vorrebbe dire che non c’è una vera intenzione di lasciare il LAC.

1 sett fa Parla Badaracco, "amarezza e delusione per le modalità comunicative di Finzi Pasca. Vogliamo che resti"
1 sett fa "Io dovrei il posto a Finzi Pasca? Ho vinto un concorso pubblico". Rifici replica
2 sett fa La verità di Finzi Pasca, "Rifici e Gagnon hanno messo l'aut aut. Con questi termini non abbiamo più voglia di discutere"
3 sett fa Badaracco, "non è stato deciso niente su Finzi Pasca. La polemica non fa bene a nessuno"
3 sett fa Finzi Pasca e quei 625mila franchi, oltre all'utilizzo gratuito dei tecnici. "Fiducia nella Direzione del LAC"
4 sett fa "Mi offrirono di dirigere il LAC, ora...". Finzi Pasca, nemo propheta in patria est
Tags
torretta
finzi
lac
finzi pasca
pasca
funicolare
uffici
angioli
soluzione
comune
© 2018 , All rights reserved