ULTIME NOTIZIE Attualità
Cronaca
25.10.2018 - 09:510

Potrebbe alleggerirsi la posizione di Paolo Clemente Wicht

L'attuale legale dell'ex presidente dell'UDC Elio Brunetti: "Paolo costretto a fare affermazioni non veritiere"

LUGANO – Il caso Wicht pare essere un torrente che travolge chi vi è coinvolto. Il titolare dello studio che lo difendeva e l’avvocato che si occupava in prima persona del suo caso sono finiti in manette, dopo una lunga perquisizione della documentazione e ore di interrogatorio.

A quanto pare, però, il loro arresto potrebbe aiutare l’ex presidente dell’UDC ad alleggerire un po’ la sua situazione, anche se non per quanto riguarda il reato patrimoniale ai danni dell’ex moglie.

I due sono accusati di riciclaggio, e questo poiché è stato posto sotto sequestro un conto intestato a Wicht,  si stanno verificando alcuni flussi di denaro che poi vi sono confluiti.

L’attuale legale dell’ex politico 52enne, Elio Brunetti, ha spiegato al Corriere del Ticino come mai parrebbe che ai due sia stata aggiunta anche l’accusa di coazione. “Nell’ambito della sua difesa i due ex legali l’hanno costretto a fare affermazioni non veritiere. Di certo i nuovi accertamenti sono un aspetto importante per chiarire alcuni fatti della vicenda che riguarda il mio assistito”.

Ovvero Wicht potrebbe essersi fidato dei consigli dei due legali per quanto concerne i flussi di denaro in questione (circa un milione di franchi arrivati sui conti della sua fiduciaria da Dubai).

Potrebbe interessarti anche
© 2021 , All rights reserved