Lugano
Friborgo
19:45
 
Langnau
Zurigo
19:45
 
Zugo
Bienne
19:45
 
Ambrì
Losanna
19:45
 
Davos
Lakers
19:45
 
La Chaux de Fonds
Turgovia
19:45
 
Olten
Ajoie
19:45
 
Kloten
GCK Lions
19:45
 
Lugano
LNA
0 - 0
19:45
Friborgo
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 18:54
Langnau
LNA
0 - 0
19:45
Zurigo
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 18:54
Zugo
LNA
0 - 0
19:45
Bienne
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 18:54
Ambrì
LNA
0 - 0
19:45
Losanna
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 18:54
Davos
LNA
0 - 0
19:45
Lakers
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 18:54
La Chaux de Fonds
LNB
0 - 0
19:45
Turgovia
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 18:54
Olten
LNB
0 - 0
19:45
Ajoie
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 18:54
Kloten
LNB
0 - 0
19:45
GCK Lions
Ultimo aggiornamento: 18.01.2019 18:54
Cronaca
09.01.2019 - 09:000
Aggiornamento 14:46

Disoccupazione ILO, il Ticino ha superato la Lombardia!

Nell'ultimo trimestre del 2018 in Ticino si registra il 7% mentre in Lombardia si è al 5,4% (in Svizzera 4,5%). Mentre se si calcola la disoccupazione in senso "classico" (dati SECO) c'è ancora un abisso...

BELLINZONA – Quanti disoccupati ci sono in una regione? Di solito per rispondere si possono utilizzare due indicatori, almeno per quanto riguarda la Svizzera: i dati SECO e quelli ILO. A lungo si è discusso si quali fossero i più validi per certificare con esattezza la situazione.

Nel primo caso, si calcolano le persone che sono iscritte presso gli uffici della disoccupazione svizzera (secondo la definizione SECO “percentuale di disoccupati sul totale della popolazione attiva secondo i risultati del Censimento federale della popolazione”). Nel secondo, “sono considerate disoccupate le persone in età dai 15 ai 74 anni che rispondono contemporaneamente alle seguenti condizioni (indipendentemente dal fatto di essere registrate presso un ufficio regionale di collocamento o meno): – non erano occupate nel corso della settimana di riferimento, – hanno cercato attivamente un posto di lavoro nelle quattro settimane precedenti e – erano disposte ad iniziare un’attività. Trattandosi di una definizione standardizzata a livello internazionale e applicabile ai dati provenienti dalle rilevazioni sulle forze lavoro condotte in tutti i paesi (in Svizzera, la Rilevazione sulle forze di lavoro, Rifos), è possibile paragonare i risultati tra paesi diversi”.

Proprio per l’ultimo motivo indicato, uno studio dell’Ufficio di Statistica ticinese, dal titolo “Panorama statistico del mercato del lavoro ticinese”, paragona il tasso ILO ticinese, svizzero e della Lombardia, da cui provengono come noto la maggior parte dei frontalieri occupati nel nostro Cantone.

Ebbene, non può che esserci una sorpresa. Esso, nell’ultimo trimestre del 2018, è infatti è maggiore, e non di poco, in Ticino rispetto alla Lombardia, dopo un periodo di sostanziale parità. Si parla di un 7% in Ticino contro un 5,4% nella Regione della Penisola. Per paragone, nell’intera Svizzera è parecchio più basso, 4,5%. 

Per quanto concerne i dati SECO, nell’ultimo trimestre del 2018, in Ticino la disoccupazione si attesta al 2,5%, comunque in diminuzione rispetto all’anno precedente. Non sono qui calcolati coloro che hanno terminato il periodo di indennità, né coloro che beneficiano di prestazioni assistenziali. Per quanto concerne la Lombardia l’ultimo dato disponibile sulla disoccupazione parla del 6%, risalente al secondo trimestre del 2018.

Potrebbe interessarti anche
Tags
lombardia
ticino
disoccupazione
svizzera
trimestre
lavoro
dati
ilo
seco
dati seco
© 2019 , All rights reserved