Cronaca
15.05.2019 - 14:000

La partita di Quarta Lega finisce in rissa: venti giornate al protagonista

I fatti si sono verificati nell'incontro tra Lusitanos e Comano. Il d.s della squadra locale: "Spero che il ragazzo non si faccia più vedere"

LUGANO – È il primo minuto di recupero della sfida tra Lusitanos e Comano (Quarta Lega), valida per la 19esima giornata, quando l’arbitro interrompe la partita sul punteggio di 3:1 per i padroni di casa dopo l’ennesimo episodio di violenza verificatosi sui campi regionali.

La partita – anticipa il Corriere del Ticino – sta per volgere al termine e, nonostante un risultato rassicurante, un giocatore del Lusitanos sferra un pugno e un calcio a un avversario dopo un diverbio in campo. Immediata la sospensione dell’incontro e il cartellino rosso diretto al protagonista.

I giudici della Federazione Ticinese di Calcio hanno usato la mano pesante nei confronti del calciatore del Lusitanos: 20 giornate di squalifica. Se non è record, poco ci manca…

Interpellato dal Cdt, il direttore sportivo del Lusitanos ha condannato l’episodio auspicandosi che “il ragazzo non si faccia più vedere da noi. Stiamo facendo tanto per migliorare la nostra immagine e i fatti dello scorso weekend cancellano tutti il lavoro fatto finora”.

Potrebbe interessarti anche
Tags
lusitanos
partita
protagonista
lega
quarta lega
quarta
giornate
© 2019 , All rights reserved