Cronaca
16.06.2019 - 15:160
Aggiornamento : 18.06.2019 - 21:49

"La Polizia mi ha detto che forse non era il caso!". Ecco l'uomo della Smart e della piscina. "Io ingenuo"

"Non ho fatto niente di male", precisa divertito il protagonista del video virale. "Non ero andato a comprare la piscina, bensì l'ho portata da gonfiare al distributore. Poi il vento mi ha giocato contro"

MENDRISIO – La sua piscina gonfiabile che non entra nella Smart ha fatto il giro del web, è probabilmente il video più visto del momento. E TicinoLibero ha intercettato il proprietario dell’auto, che, stupito da tanta popolarità improvvisa, precisa: “Sono stato ingenuo a non pensare che non ci stesse in auto, ma non ho fatto niente di male”.

In diversi, ironicamente, si sono domandati come mai non abbia pensato di sgonfiarla. Ma la piscina non era stata appena acquistata, l’uomo (nome noto alla redazione) non stava tornando dopo l’acquisto. “No, mi ero recato al Piccadilly a gonfiarla, a casa non ci riuscivo”, ci racconta. 

“Poi però mi sono reso conto che nell’auto non ci stava. Dunque ho pensato di lasciarla nel piazzale del distributore e andare a casa a prendere l’altra macchina, più grande”. Ma il vento ha fatto la sua parte… “La sfortuna ha voluto che volasse in mezzo alla strada, e vabbé…”

“La Polizia non mi ha neppure multato”, precisa a commento delle foto con la Polizia. “Perché, ripeto, non facevo nulla di male. Mi hanno solo detto che forse non era il caso di portarla così. Per fortuna non è successo nulla, quando è volata in mezzo alla strada”.

Alla fine è andato davvero a recuperare l’altra auto. “L’ho fatto per i nipoti, sono stato ingenuo”.

Oggi pomeriggio i suoi nipotini si stanno divertendo sguazzando nella piscina gonfiabile. E il “famoso” protagonista della vicenda se la ride, pensando all’avventura e soprattutto alla gioia dei bambini.

Potrebbe interessarti anche
Tags
piscina
auto
polizia
caso
male
smart
© 2019 , All rights reserved