Cronaca
14.10.2019 - 11:470
Aggiornamento : 12:16

Vergogna senza fine! Avvelenato un cagnolino col veleno per topi, e non è finita...

Ignoti hanno gettato quattro pastiglie di una sostanza che causa la morte per asfissia, per cui non esiste un antidoto, in un giardino a Vacallo. E non contenti, hanno lanciato una polpetta probabilmente contente meta, intercettata dal proprietario

VACALLO – Un cane che lotta tra la vita e la morte, altri due salvati prima che addentassero quell’arma terribile gettata nel giardino. Per una morte, tra l’altro, terribile come quella per asfissia. Ma come, ma perché? Domande a cui la maggior parte delle persone non sa dare risposta.

A segnalare la vicenda è un residente di Vacallo, che ha inviato una lettera all’Informatore. “Una persona malvagia domenica (non ieri, si parla di settimana scorsa, ndr) ha lanciato nel mio giardino quattro bustine di Black Pearl Pasta; trattasi di veleno per i topi che porta alla morte per asfissia. Non esiste antidoto”. 

Un bassottino di chi scrive lo ha purtroppo mangiato, e al momento dello scritto stava lottando per non soccombere alla cattiveria di chi ha voluto attentare alla sua vita.

Ma non è finita. Il lunedì nel giardino è comparsa una polpetta avvelenata, probabilmente con meta. “Fortunatamente l’abbiamo trovata prima dei nostri altri due cani”. 

L’uomo ha sporto denuncia alla Polizia Cantonale e vuol segnalare il caso al controllo abitanti. È sconcertato, perché non ha mai ricevuto lamentele per i suoi tre cani.

© 2020 , All rights reserved