Cronaca
01.06.2020 - 16:070

"Black Lives Matter" e "Silence is Violence", le proteste per Floyd arrivano anche in Svizzera

Circa 2'000 persone sono in piazza a Zurigo nell'ambito della protesta ormai mondiale per la morte del 46enne afroamericano. Non si tengono le distanze sociali, la Polizia è sul posto

ZURIGO – È ipotizzabile che il 46enne George Floyd, ucciso qualche giorno fa dalla Polizia in Minnesota. L’afroamericano è morto durante un intervento di polizia, con un agente che gli premeva un ginocchio sul collo. Le sue ultime parole sono state “non respiro”. Il suo caso ha scatenato proteste in tutti gli USA, contro il razzismo.

E adesso sono arrivate anche in Svizzera. A Zurigo sono diverse centinaia le persone in piazza, forse anche 2'000.

Non rispettano, però, le distanze sociali come si dovrebbe in tempi di Coronavirus. Sul luogo c’è la Polizia, i manifestanti stanno scandendo slogan, scritti su cartelli, come ‘Black Lives Matter’ (le vite dei neri contano) o ‘Silence is Violence’ (il silenzio è violenza).

Un nuovo movimento di protesta contro il razzismo pare essere nato dalla morte di Floyd e sta coinvolgendo tutto il mondo.

© 2020 , All rights reserved