ULTIME NOTIZIE Attualità
Cronaca
26.02.2021 - 16:520

I morti dopo il vaccino sono 16, con un'età media di 86 anni. Ma non si ravvisano collegamenti

Le notifiche di effetti collaterali sono invece 364 (quelle gravi 95), 199 riferite al vaccino Pfizer/BioNTech e 154 a quello di Moderna (in due casi non è specificato). I problemi che si verificano sono quelli che erano stati previsti

BERNA - Salgono a 16 le persone che sono decedute poco tempo dopo essere state vaccinate, rende noto Swissmedic. Esse avevano in media 86 e nella maggior parte dei casi avevano patologie pregresse.

Da quanto si sa, non si può imputare la morte al vaccino, ma a infezioni, eventi cardiovascolari o malattie polmonari e respiratorie. Non ci sono indizi, nonostante la vicinanza temporale degli eventi, che l'aver ricevuto il vaccino abbia influito.

Alle stesse conclusioni sono arrivati sinora OMS e altri Paesi. 

Per quanto concerne gli effetti collaterali, tutti quelli segnalati erano già stati previsti. Si tratta principalmente di reazioni nella sede di iniezione (arrossamento, prurito, dolori e gonfiore), cefalea, febbre e brividi. Le segnalazioni di problemi dopo il vaccino sono state 364 su circa 75mila vaccinati in Svizzera.

Di esse, 95 sono state ritenute gravi e sono state trattate in ospedale, senza però rappresentare un vero pericolo. In quattro casi vi sono state reazioni anafilattiche, oltre che allergiche, herpes, febbre e cefalea. 

Arrossamenti al braccio dove è stato praticato il vaccino si è notato più spesso in chi ha ricevuto il vaccino di Moderna. Per contro, stando sul generale, 199 notifiche si riferiscono al prodotto di Pfizer/BioNTech e 154 al vaccino di Moderna, mentre in due casi non è stato specificato il produttore. 

Potrebbe interessarti anche
© 2021 , All rights reserved