ULTIME NOTIZIE Attualità
Cronaca
14.03.2021 - 13:340
Aggiornamento : 15.04.2021 - 15:00

Droga nei bagni, 12 bottiglie di Dom Perignon e una magnum di Kristal. La folle notte costata la carriera (e la patente) al docente

L'uomo ha ammesso con gli inquirenti di aver consumato della cocaina assieme a Lacerenza (che non conosceva prima di quella sera...). Si aspettava un procedimento severo ma non così rapido

LOCARNO - Nel festino alle Scuole Medie di Locarno c'era anche della droga, così si evince dalle dichiarazioni  agli inquirenti del docente che aveva aperto le porte al gruppo, di cui faceva parte l'influencer Davide Lacerenza, della sede e che è stato licenziato pochi giorni dopo, riportate dal Caffé.

Docente che si aspettava una decisione severa, lo ha confidato lo stesso al suo ex Direttore Daniele Bianchetti (da solo un anno è in carica Benno Blatter). Ma, avendo anche collaborato col DECS, non la aspettava in tempi così rapidi.  "Il licenziamento è logico. Dico solo che è stato brutale nella tempistica, anche perché l’inchiesta penale è ancora in corso, mi pare...", ha detto Bianchetti al domenicale, sottolineando che a suo avviso il Consiglio di Stato si sia sentito anche mettere sotto pressione dalle imminenti elezioni comunali.

Ma torniamo a quanto confessato dall'ormai ex docente agli inquirenti. "Io e il milanese  abbiamo consumato cocaina nei bagni delle scuole Medie 1 di Locarno". 

La festa è stata annaffiata con 12 bottiglie di Dom Perignon e una magnum di Kristal. Il docente ha bevuto e ha anche perso la patente, pure alle 10.30 del mattino successivo, quando è stato sentito dagli inquirenti, il suo tasso alcoolemico era ancora più alto del limite. La comitiva si è spostata verso le Medie con tre auto: quella del docente, con a bordo due ragazze ticinesi, un ticinese che ha viaggiato solo (non aveva bevuto molto dato che il suo tasso d'alcool era nella norma e dunque non si è visto togliere la patente) e una terza con a bordo Lacerenza e altre due persone arrivate da Milano, rientrati a Giubiasco, dove pernottavano, in taxi.

Il docente non conosceva nemmeno Lacerenza, il trait d'union era un amico comune. 

© 2021 , All rights reserved