ULTIME NOTIZIE Attualità
Cronaca
25.07.2021 - 09:450
Aggiornamento : 30.07.2021 - 16:24

Nessuno vuole green pass e restrizioni. Il mondo scende in piazza

In Italia ci sono state manifestazioni in 81 piazze, a Parigi si sono mobilitate 161 persone, in Grecia erano in 4mila, in Brasile alcune decine di migliaia. A Milano il green pass è stato paragonato alla Stella di Davide dei tempi bui

EUROPA/AUSTRALIA  - Il mondo scende in piazza contro il green pass e sue varianti. Ci sono state manifestazioni ovunque, da Parigi a Sidney, contro le nuove restrizioni che si stanno imponendo in vari paesi contro il Covid, compreso il certificato.

A Parigi ci sono stati momenti di tensione e scontri con le forze dell'ordine al grido "Libertà!". Sono state 200 persone a scontrarsi con gli agenti al termine del corteo. In tutta la Francia hanno protestato, si stima, 161mila cittadini, tra Strasburgo, Nantes, Lille, Bordeaux e altre città, contro i pass sanitari.

Naturalmente le manifestazioni ci sono state anche in Italia, dove il Governo vuole introdurre a partire da inizio agosto l'obbligo del green pass per accedere praticamente a qualsiasi evento, compresa una cena al ristorante al chiuso. In tutto sono state 81 le città che hanno visto azioni contro il pass. A Roma c'è stato qualche disordine con la polizia, a Milano i manifestanti hanno associato Stelle di Davide, simbolo di discriminazione degli ebrei in tempi bui, e svastiche al certificato verde.

Anche in Grecia si sono mobilitati in 4'000, contrari alla vaccinazione obbligatoria di alcuni lavoratori come il personale sanitario e infermieristico.

In Brasile è stato chiesto l'impeachment del presidente Jair Bolsonaro: le persone nelle piazze erano decine di migliaia.

Gli australiani invece hanno protestato contro il prolungamento del lockdown.

E probabilmente l'ondata di manifestazioni non si fermerà.

Potrebbe interessarti anche
© 2021 , All rights reserved