Sanità
09.03.2020 - 19:100

Ora è deciso: ospedali e case anziani blindati

Oggi entrano in vigore nuove misure oltre quelle indicate ieri. La misura, viene specificato, è essenziale per tutelare le persone più vulnerabili

BELLINZONA - Vietate le visite agli ospedali e alle case per anziani, tranne per casi eccezionali. Oggi infatti lo Stato Maggiore Cantonale di Condotta (SMCC) comunica l’entrata in vigore di una serie di misure organizzative e di ulteriori limitazioni di accesso riguardanti il sistema sanitario ticinese secondo le direttive emanate dal Consiglio di Stato rispettivamente dal Medico cantonale. 

Si tratta di misure di prevenzione introdotte con l’obiettivo di razionalizzare il personale a disposizione negli ospedali garantendo la miglior presa a carico possibile dei potenziali pazienti e limitando al contempo il più possibile la diffusione del coronavirus (Covid-19). 

Dunque, oltre alle misure già presentate nella giornata di ieri (vedi correlati, ma si chiuderanno alcuni pronto soccorsi, alcune sale operatorie e alcuni servizi saranno demandati solo ad alcuni ospedali), da oggi entrerà in vigore l’interruzione delle visite in tutte le strutture ospedaliere e nelle case per anziani. Saranno concesse eccezioni per persone in fin di vita, nei reparti pediatrici e in quelli di maternità. 

Viene sottolineato come questa misura è essenziale per tutelare le persone più vulnerabili. 

Parallelamente, alcune strutture sanitarie hanno attuato ulteriori misure di razionalizzazione dell’attività.

© 2020 , All rights reserved