TiPress
ULTIME NOTIZIE Attualità
Sanità
06.06.2021 - 15:050

La Moncucco fa il balzo decisivo verso l'acquisizione della Santa Chiara

La Swiss Medical si era rifatta sotto e la posizione di Dell'Ambrogio come presidente è congelata. Ma la Clinica Moncucco ha acquistato circa il 50/55% delle azioni della holding Fope che gestisce la Santa Chiara

LOCARNO - La Clinica Santa Chiara dovrebbe essere stata acquistata dalla Moncucco. Parrebbe, questa volta, il verdetto definitivo. 

Infatti, stando al Caffé, la Clinica Luganese Moncucco ha  acquistato circa il 50/55% delle azioni della holding Fope che gestisce la Società "Clinica Santa Chiara". La maggioranza qualificata è del 66,6%. 

Non tutti gli azionisti avevano gradito che fosse stata scelta l'offerta più bassa e la Swiss Medical (in Ticino possiede la Sant’Anna e la Ars Medica) aveva fatto leva sul malcontento per rilanciare la sua proposta. Ma non era il solo problema: si rischiava il conflitto di interessi perché il presidente della Santa Chiara, Mauro Dell'Ambrogio, in carica da poco, lo è anche della Moncucco. 

La Pretura dovrà esporsi sulla questione, perché c'è stata la richiesta dell’ex presidente della Santa Chiara, Philippe Meyer, e dell’ex direttrice sanitaria, Daniela Soldati, di bloccare l’iscrizione sul Registro di commercio di Dell'Ambrogio. Al momento la sua posizione è congelata.

Ma intanto la Moncucco si è mossa prima degli altri, acquisendo le azioni, compiendo forse il passo decisivo. Ha dalla sua anche la maggior parte, pare, degli azionisti della Fope. 

© 2021 , All rights reserved